rotate-mobile
Attualità

Scuole, tutti in classe in presenza? Musumeci: "Solo se si abbassa la linea dei contagi"

È scontro sul rientro a scuola “ritardato” dopo le vacanze di Natale. Premono le regioni, il governo spinge per far tornare tutti sui banchi entro il 10 gennaio

"Faremo di tutto per garantire il ritorno a scuola in presenza, alla ripresa delle lezioni. Tutto dipende, però, dall’andamento della curva pandemica".

 Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, intervenuto a Tgcom24. 

"Il cuore e la ragione si scontrano. L'ultima cosa che vorrei chiudere sono le scuole", è il commento del governatore. "La speranza è che si possano abbassare i contagi ed evitare ulteriori misure restrittive - ha spiegato - non abbiamo nessuna difficoltà a ripartire il 10 gennaio, lo faremo solo se la linea dei contagi si dovesse abbassare". "Era stata una imprudenza l'affermazione del premier Draghi" di dire che non si sarebbe tornati mai in dad. "Ma non è la sola imprudenza detta dal governo - ha aggiunto Musumeci - tante volte ha dovuto fare marcia indietro".

Ieri, anche il sindaco di Messina si era espresso a favore della Dad per Università e scuole almeno fino al 30 gennaio ma anche per lo smart working almeno al 50%. "Abbiamo superato il 22% di positività sui tamponi effettuati", ha detto De Luca, "noi sindaci non possiamo prendere queste decisioni, spetta a Stato e Regione, ma sarebbero auspicabili".

A fare da apripista sull'ipotesi chiusura prolungata delle scuole, il suo omonimo presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca che ritiene necessario un rinvio di 20-30 giorni. Ma sono favorevoli anche i presidenti di Toscana e Veneto.

Ma, nonostante l'aggravarsi del quadro epidemiologico - scrive Today.it -  la linea del governo non sarebbe cambiata nelle ultime ore. Il rientro a scuola entro il 10 gennaio sembra confermato e anche la Rete nazionale Scuola in presenza ha diffidato ieri con una nota a prendere decisioni che penalizzano il diritto allo studio e i giovani ricordando quanti danni ha prodotto da Dad per la salute psicofisica dei ragazzi. 

I governatori - che si riuniscono oggi - prospettano comunque nuove proposte da sottoporre all'esecutivo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole, tutti in classe in presenza? Musumeci: "Solo se si abbassa la linea dei contagi"

MessinaToday è in caricamento