menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disservizi postali, la Cisl chiede aiuto al sindaco

Sotto accusa la nuova organizzazione di distribuzione che "non tiene conto delle caratteristiche del territorio“. L'appello ai presidenti di circoscrizione per far fronte comune

Non è mai stata sinonimo di efficienza ma quello che accade da marzo con la nuova organizzazione di distribuzione postale non ha precedenti. Personale ridotto all’osso e i nuovi assetti territoriali registrato continuano a fere registrare proteste ormai da mesi. L’ultima, ordine di tempo, quella della Cisl di Messina. Il segretario generale Tonino Genovese (nella foto) e quello territoriale di Poste Cisl, Filippo Arena, hanno scritto al sindaco Cateno De Luca per sollecitare un suo intervento e chiedere un incontro. “Comprendiamo i numerosi impegni del primo cittadino, ma abbiamo a cuore i problemi dei lavoratori postali e di tutta la cittadinanza”. Il sindacato ricorda come il progetto deciso a livello centrale non abbi tenuto conto delle caratteristiche endemiche del territorio messinese.

Da alcuni mesi – infatti - Poste Italiane ha adottato una ulteriore riorganizzazione del servizio per la consegna della corrispondenza che ha comportato notevoli problematiche e disservizi. 

Tonino Genovese2-2

“Giovani leve hanno la possibilità di lavorare per brevi periodi – si legge nella nota del sindacato - ma non hanno la conoscenza immediata delle strade per consegnare, sin dai primi giorni dall’assunzione, in un territorio così complicato come la città di Messina”.

Genovese e Arena intendono sollecitate anche i presidenti delle circoscrizioni “che, con grande sensibilità, evidenziano le lamentele della cittadinanza” per unire le forze ed insieme portare le istanze, che riguardano l’intera comunità, all’attenzione dei vertici di Poste Italiane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento