rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Attualità

"Il dono della Pigotta" al Policlinico, omaggio Unicef ai primi bimbi nati nel 2022

A ricevere le Pigotte i neonati Lorenzo D’antoni e Désirèe Lucchese. La dottoressa Caruso: "Donazione simbolica in memoria di mia madre"

Anche quest'anno omaggio Unicef ai primi nati del 2022 del reparto di ostetricia e ginecologia del Policlinico Universitario Gaetano Martino di Messina con "Il  dono della Pigotta". Iniziativa promossa dal Comitato Provinciale di Messina per l’Unicef , presieduto da Angela Rizzo Faranda e organizzato grazie alla generosità della donatrice dottoressa  Rosalba Caruso, dirigente biologo, in servizio nell'Unità operativa complessa di Patologia Clinica diretta dal professor Guido Ferlazzo dell'Azienda ospedaliera universitaria del Policlinico.

“Cosa dire della maestra Valenti Maria Rosaria? - ha dichiarato  la dottoressa Caruso  che ricorda la madre -semplicemente "una mamma"! Insegnante presso le scuole elementari di Via Roma a Capo d'Orlando, ha dedicato la sua vita, accompagnando nella crescita intellettuale e personale, i suoi alunni. Da maestra unica ha cercato di essere vicina non solo agli alunni a lei affidati ma anche alle loro famiglie. E' con questo spirito che, in qualità di sostenitrice Unicef da tanti anni, desidero ricordare, tramite questa donazione simbolica delle Pigotte, la memoria di mia madre, riconoscendo in lei quella stessa dedizione e quello stesso impegno verso il prossimo e lo stesso spirito di servizio che animano le attività Unicef: essere a fianco delle figure più deboli e vulnerabili quali sono i bambini, accompagnandoli con mani sapienti nella loro crescita verso il loro inserimento nella società”.

La  dottoressa Melania Ruggeri, ex alunna della maestra Valenti, la ricorda così: “Non si muore mai veramente, se si continua a vivere nei ricordi di qualcuno ed è per questo che la Maestra Maria Rosaria continuerà ad essere la stessa guida amorevole, dolce e determinata che ha guidato i miei primi passi, accompagnandomi nel difficile percorso della vita sociale ed emotiva: grazie Maestra, non hai ancora finito di insegnare, né io di imparare da te!"

A ricevere le Pigotte: il piccolo Lorenzo D’antoni, primo nato nel 2022, al Policlinico, l’uno gennaio, alle ore 19,01, da taglio cesareo da mamma Daniela Giordano, e Désirèe Lucchese, prima nata il 3 gennaio 2022, alle ore 06,09, da parto naturale da mamma Rosaria Mento. Presenti in reparto, i professori D’anna e Corrado, le dottoresse  Retto e Manuzzi, le ostetriche Galuppo, Amato, Marino, D’Arrigo, Santisi, Lo Duca e Villari. La Faranda e la Caruso, dopo essersi intrattenute con le mamme ed il personale sanitario, hanno donato gadget Unicef a tutte le mamme ricoverate nel reparto, augurando loro uno splendido anno e buona vita ai nuovi nati.

“Ringrazio di vero cuore la Direzione sanitaria del Policlinico, il professor Carmelo Romeo, direttore U.o.c. del Dipartimento Materno Infantile e il professor  Alfredo Ercoli, direttore U.o.c della Ginecologia ed Ostetricia- ha aggiunto la presidente Unicef  -per aver accolto, con entusiasmo, l’iniziativa, le  dottoresse Piera Liotta e Vincenzina Taffara, per aver collaborato all’organizzazione e la dottoressa  Caruso Rosalba, che ha voluto, anche quest’anno, compiere questo gesto di amore verso i primi nati al Policlinico e di generosità verso i bambini che l’Unicef protegge”.

“Sono felice- ha detto la dottoressa Piera Liotta- di collaborare, da anni, a fianco di Angela Rizzo Faranda, al progetto Pigotta, perché l’Unicef  si spende per il benessere dei bambini e delle mamme, nei paesi in via di sviluppo e anche per la salute dei nostri bambini”. “Il 2021- ha concluso la Faranda- ha segnato anche il 75° anniversario della nascita dell’Unicef. Nel corso dell'anno, abbiamo celebrato questo evento con iniziative che hanno ripercorso la storia dell’Organizzazione internazionale: una storia di protezione dei bambini, dai conflitti, dalle malattie, dall'esclusione, di difesa del loro diritto alla sopravvivenza, alla salute e all'istruzione. Con l’avvento di un nuovo anno, rinnoviamo il nostro impegno per la protezione dei bambini e la difesa dei loro diritti affinché la loro voce possa essere ascoltata, indipendentemente dal luogo in cui vivono".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il dono della Pigotta" al Policlinico, omaggio Unicef ai primi bimbi nati nel 2022

MessinaToday è in caricamento