rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Attualità

Primo ciak per “Filo di Arianna”, ragazzi speciali diventano operatori di una troupe cinematografica

Trentatré giovani con disagi impegnati nei cortometraggi da presentare il prossimo anno nei principali festival del cinema. Riprese a Tindari e Taormina

Primo ciak per "Filo di Arianna", progetto che ha trasformato i ragazzi speciali in operatori di una troupe cinematografica per cominciare le riprese di uno degli otto cortometraggi che saranno relizzati, nei prossimi giorni, sotto la guida del regista Massimo Guglielmi e dell’attore Carmelo Bacchetta.

Al via le riprese a Tindari e a Taormina, in cui ragazzi grazie a questa esperienza con passione e determinazione sono diventati registi, fonici, segretari e direttori di produzione, direttori di fotografia, costumisti, fotografo di scena, operatore, assistenti di produzione, macchinisti, parrucchieri, attori.

Ognuno ha coperto il ruolo che gli è stato assegnato durante il corso durato una trentina di giorni. Ogni allievo, concentratissimo, ha svolto il proprio ruolo sorprendendo non poco i professionisti e attirando l’attenzione dei turisti presenti numerosi in questi giorni. Gli attori Giulia, Aurora, Demetrio e Federico, hanno osservato alla lettera il copione e le indicazioni dei loro colleghi registi. Colazione a sacco, come avviene durante le riprese di qualsiasi film. Ma pranzare era l’ultimo dei loro pensieri. In tanti hanno raccontato il disagio di adolescenti e preadolescenti che hanno vissuto storie difficili. Ma non era capitato mai che fossero gli stessi ragazzi a raccontare le loro storie, a  sceneggiarle e a farle diventare film dove loro stessi diventano attori. Il cinema come straordinario mezzo terapeutico. 

Il progetto "Filo  di Arianna 2022”, che ha visto sino a qualche giorno fa, tra i banchi, trentatré giovani che hanno disagi e che, seguendo delle lezioni e delle direttive di esperti del settore cinematografico, realizzeranno dei cortometraggi che saranno presentati il prossimo anno nei principali festival del cinema. L’obiettivo del  Centro studi “Dismed Ets”, ente del terzo settore presieduto da Filippo Livio che ha organizzato il progetto,   è quello di stimolare i protagonisti del progetto, adolescenti e preadolescenti con disagio, a raccontare un’esperienza di vita o a elaborare una loro idea narrativa in linea con il linguaggio cinematografico attraverso le tecniche e le competenze di tutte le principali professionalità del cinema.

Il corso di filmaking per adolescenti e preadolescenti con difficoltà, ideato coordinato e diretto dal regista Massimo Guglielmi, allievo di Umberto Eco e navigato regista italiano, si avvale anche dell’esperienza della neuropsichiatra Antonella Gagliano professore associato di neuropsichiatria infantile presso l'Università di Catanzaro. A dare sostegno ai ragazzi e a partecipare ai film l' attore Carmelo Bacchetta. A patrocinare e a sostenere economicamente l' iniziativa l' assessorato regionale alla Sanità. Main sponsor il gruppo Caronte & Tourist.  Ci sono poi i patrocini gratuiti di diversi enti: dal Comune, alla Città metropolitana,  all' Ente teatro. Oggi a partecipare gratuitamente alle riprese, gli attori Giovanna Manetto, Giovanni Cundrò, Aurora Grasso, Federica Giglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo ciak per “Filo di Arianna”, ragazzi speciali diventano operatori di una troupe cinematografica

MessinaToday è in caricamento