rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Attualità

Fiorello sulla Prima alla Scala: "Qualcuno ha urlato viva il Ponte sullo Stretto, ora stanno indagando"

L'ironia dello showman sul Don Carlo di ieri punge anche Salvini oltre La Russa: "Ha avuto un mancamento"

“Stanno indagando perché si è sentito un altro urlo fortissimo: ‘Viva il Ponte sullo Stretto!'. Nessuno ha ancora capito chi fosse…”. E’ l’annuncio di Rosario Fiorello che anche stamani ha condotto “Viva Rai”, il mattin show più amato dagli italiani in diretta su Rai Due dal Foro Italico in versione ‘natalizia'.

Lo showman ha aperto la puntata parlando della prima alla Scala di ieri: "Ieri ero a vedere il Don Carlo visto che Mattarella non poteva. Mi ha detto 'ci vai tu?' e io sono andato e tornato con un aereo privato fornito dal Ministero della Cultura", ha ironizzato. "Sono state 4 ore e 13 minuti di applausi, sono andato al centro grandi ustionati per le mani...". Poi la "rivelazione": "A un certo punto, dopo l'inno italiano, non ce l'ho fatta e ho urlato 'Viva l'Italia antifascista!'. La Russa ha avuto un mancamento, il sindaco di Milano Sala si è alzato a prendere un po' d'acqua, la senatrice Liliana Segre gli teneva la fronte mentre il presidente del Senato diceva 'Liliana, aiutami tu!'". "Tra l'altro - ha aggiunto Fiorello - stanno indagando perché si è sentito un altro urlo fortissimo: 'Viva il Ponte sullo Stretto!'. Nessuno ha ancora capito chi fosse...'".

Non è la prima volta che Fiorello interviene sull'argomento. Già in una precedente puntata di Viva Rai2 aveva ironizzato sul futuro del Ponte sullo Stretto: "Matteo te lo giuro - aveva detto Fiorello - se davvero il ponte sarà pronto entro nove anni io farò come Paolantoni per lo scudetto del Napoli, lo attraverserò nudo, da Messina a Reggio Calabria, con solo una pentola davanti. Basta anche una tazzina... E camminerò ciondolando".

La satira politica stamani ha proseguito anche sul tema PD: "Nuovo minimo nella gestione Schlein, è al 19,2%. Se continua così tra poco lo chiudono e mettono le repliche della Signora in Giallo! Mi dispiace, tra l'altro so che a Firenze hanno tolto le primarie: faranno le primarie per votare per chi vuole fare le primarie! Rimettetele, almeno lì si vince...".

Immancabile l'ironia anche sul Festival di Sanremo e sulla protesta del Codacons che ha chiesto di escludere La Sad. Fiorello interviene in difesa del gruppo: "Sono ragazzi un po' estroversi, ma so che Amadeus li sta tenendo a casa sua, gli sta facendo fare corsi di catechismo, un corso di buone maniere da Corrado Augias ma soprattutto gli ha regalato un corso in videocassette: 'Come diventare Roberto Sergio in 10 giorni'! Voi li vedete con le creste, tra poco avranno un panettoncino bianco in testa e degli occhialetti...".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorello sulla Prima alla Scala: "Qualcuno ha urlato viva il Ponte sullo Stretto, ora stanno indagando"

MessinaToday è in caricamento