Attualità

Accordo tra Comune e Demanio, Forti e immobili da valorizzare

La durata dell'intesa è stabilita in tre anni, tredici i beni che fanno parte del documento sottoscritto dal sindaco e dal direttore dell'Agenzia

Valorizzazione dei Forti umbertini. Comune e Agenzia del Demanio hanno siglato ieri pomeriggio un protocollo d'intesa. Firme all'accordo del sindaco Cateno De Luca e del direttore regionale dell’Agenzia del Demanio Vittorio Vannini. L'intesa prevede la valorizzazione di immobili pubblici siti sul territorio comunale e la relativa riqualificazione del tessuto urbano del Comune, definendo anche gli assetti proprietari del portafoglio immobiliare composto in questa prima fase da: Deposito Munizioni Campo Italia; ex Stazione R.T. Faro Due Torri; Polveriera di Camaro; Padiglione della Dogana; Forte Gonzaga; Forte Castellaccio; Forte Ogliastri; Forte Schiaffino; Forte Dei Centri; Forte Campone; Forte Petrazza; e Forte Spuria. La durata dell’Accordo è stabilita in tre anni, decorrenti dalla data della sottoscrizione, rinnovabili su accordo delle Parti. Inoltre, con la sottoscrizione, l’Agenzia e il Comune hanno inteso confermare la condivisione degli obiettivi strategici del progetto “Valore Paese Italia” declinato nelle varie reti “Cammini e Percorsi, Fari Torri ed Edifici Costieri, Dimore” e rientranti nei circuiti delle Case Cantoniere e delle Ferrovie Storico Turistiche. Il programma nazionale “Valore Paese Italia”, promosso dall’Agenzia del Demanio, dal MiBACT, da ENIT e da Difesa Servizi SpA, in stretta collaborazione con altri Ministeri e partner istituzionali coinvolti, è finalizzato alla valorizzazione del paesaggio e del patrimonio storico-artistico del Paese, con l’obiettivo di riunire, sotto un unico brand, le reti tematiche associate secondo il principio del turismo sostenibile, connesso a cultura, sport, formazione, ambiente e mobilità dolce e attraverso il ricorso a strumenti di partenariato pubblico-privato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo tra Comune e Demanio, Forti e immobili da valorizzare

MessinaToday è in caricamento