menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Garante dell'Infanzia trova casa, Costantino: “Pronti a costruire un progetto per i più fragili”

La sede messa a disposizione dal Centro per la giustizia minorile sul viale Europa. L'appello per organizzare l'Ufficio formalizzando le collaborazioni con le associazioni di volontari, ordini professionali e i singoli professionisti

Il Garante per dell'infanzia e dell'dolescenza ha finalmente una casa. Il Centro per la giustizia minorile Regione Sicilia- Ministero della Giustizia ha concesso infatti al Garante di Messina la sede presso il Tribunale dei Minori di Messina sul Viale Europa 137. La prestigiosa sede, vicino alle istituzioni preposte alla tutela dei minori (Tribunale minori, Procura Minorile, USSM, Centro per la Giustizia Riparativa) consentirà al Garante di svolgere il proprio ruolo al meglio.

Lo comunica il Garante stesso, Angelo Costantino ringranziando per l'opportunità il direttore dell' Ufficio Servizio Sociale per i Minorenni di Messina,  Maria Palella, “senza la quale - spiega Costantino - questo risultato non si sarebbe mai raggiunto”.

“Ho lavorato per tanti anni presso l’Ussm di Messina e ho potuto apprezzare le doti professionali ed umane di ogni singolo operatore. L’ufficio diretto dalla dottoressa Palella è un fiore all’occhiello per la città di Messina ed io sono felice di poter collaborare con chi si occupa della tutela dei minori”. 

Costantino proprio qualche giorno fa aveva, aveva manifestato la difficoltà di operare e msso in evidenza come dopo mesi dal suo insedimento non aveva ancora una sede. “Ho atteso qualche mese prima di inoltrare richiesta ma non potevo più aspettare - spiega ora Costantino - Ho manifestato le mie difficoltà alla dottpressa Palella, che ha sostenuto fortemente la mia domanda ed in sole 24 ore il Centro Giustizia Minorile, diretto da Rosanna Gallo, a cui va la mia riconoscenza e stima,ha deliberato assegnandomi un locale al IV piano dello stabile di Viale Europa. Non posso nascondere la mia emozione e soddisfazione per il risultato anche se resta un pizzico di dispiacere per non aver avuto risposte tempestive dal comune. Voglio riferire per correttezza che l’assessore Calafiore, a cui va il mio ringraziamento, stava lavorando ad una soluzione al Palazzo della Cultura ma l’intervento tempestivo dell’Ussm e del Cgm è stato risolutivo. 

“Adesso bisogna lavorare all’organizzazione dell’Ufficio - continua il Garante dell'Infanza -  formalizzando le collaborazioni con le associazioni di volontari, con gli ordini professionali e con i singoli professionisti che in questi mesi mi hanno silenziosamente e gratuitamente supportato. Chiedo a chi volesse collaborare con il Garante dell’Infanzia di proporsi e contattarmi. Inoltre, con l’inizio dell’anno accademico conto di poter avere l’aiuto dei tirocinanti del Corsi di laurea in “Scienze della comunicazione” e “Servizio Sociale” per la gestione della segreteria e del sito. Ho, infatti, nei mesi scorsi inoltrato richiesta ai coordinatori dei rispettivi corsi di Laurea”. 

Costantino sta lavorando, infine, ad un importante convegno in occasione della “Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza” in sinergia con il Dipartimento per le Politiche Sociali del Comune di Messina, a cui interverranno importanti relatori. Nei prossimi giorni spero il programma.

“I recenti fatti di cronaca - conclude il Garante -  l’enorme tasso di dispersione scolastica, l’aumento del consumo di sostanze stupefacenti e alcol nei giovanissimi ci devono allarmare e spingere a fare di più per i bambini e per gli adolescenti. Messina conta di enormi risorse professionali; di operatori, professionisti e associazioni di volontariato di grande esperienza e cuore costantemente al servizio dei cittadini bisognosi ma che spesso lavorano in maniera solitaria. Bisogna costruire tutti insieme un “Progetto Infanzia” a partire dalla mappatura dei reali bisogni e delle reali priorità. Io sono fiducioso ed ottimista perché amo Messina e conosco l’anima profonda della nostra meravigliosa città”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Parità di genere, musica e confronto in diretta streaming

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento