VIDEO | Il giudice Di Bella: “L'amore delle madri è stata la chiave per cambiare la via a tanti giovani destinati alla criminalità”

Parla il giudice che ha avviato il protocollo “Liberi di scegliere” dando a tanti giovani che nascono in famiglie legate al contesto della criminalità la possibilità di non avere un destino segnato. Al suo finco anche la prefetta Cosima Di Stani

“Sono contento di tornare nella mia città, nel mio quartiere, dove è cominciato tutto. In 25 anni mi sono trovato a giudicare prima i padri e poi i figli, tutti appartenenti alle storie delle famiglie di 'ngrandgheta del territorio a conferma che la cultura deteriore si eredita all'interno della famiglia. Con i colleghi abbiamo pensato che bisognava fare qualcosa in più. Nasce così il progetto Liberi di scegliere”.

Di Bella, il giudice messinese che combatte la 'ndrangheta con un'arma: essere “Liberi di scegliere”

Il giudice Roberto Di Bella spiega l'obiettivo del protocollo che tutela i ragazzi ed evitare che possano finire in carcere o uccisi o vivere in una condizione di sofferenza. Le iniziative nel triagolo Reggio-Messina-Catania. A cominciare dalle scuole. Il percorso del magistrato ha visto impegnata anche l'attuale prefetto di Messina, Cosima Di Stani. Nel video che segue la sua testimonianza.

Video popolari

VIDEO | Il giudice Di Bella: “L'amore delle madri è stata la chiave per cambiare la via a tanti giovani destinati alla criminalità”

MessinaToday è in caricamento