Antimafia, Don Ciotti a Messina prima dell'evento del 21 marzo

Il fondatore di Libera protagonista al tribunale dei Minori e all'istituto Catalfamo. L'incontro con ragazzi e insegnanti in vista della manifestazione di Palermo per ricordare tutte le vittime di cosa nostra

Giornata dedicata all'antimafia quella vissuta ieri a Messina.

Protagonista Don Luigi Ciotti, il fondatore di Libera, il movimento dedicato a tutte le vittime di cosa nostra che il prossimo 21 marzo organizzerà la tradizionale manifestazione con il coinvolgimento di migliaia di cittadini, tra interventi, cortei e momenti di riflessione. Quest'anno toccherà a Palermo ospitare la giornata del ricordo che quattro anni fa venne organizzata a Messina.

Don Ciotti è stato in città per incontrare istituzioni e semplici cittadini. Il primo passaggio al tribunale dei Minori durante un affolato incontro con le autorità ed esponenti delle associazioni civili. Ad aprire il dibattito il prefetto Maria Carmela Librizzi.

Successivamente Luigi Ciotti dell'istituto Catalfamo del villaggio Cep. Il Don ha incontrato studenti, insegnanti e genitori. Un'affollata conferenza  sul tema “Libera è partecipazione” che ha visto la presenza anche di operatori sociali e di volontariato.

Oggi Don Ciotti proseguirà l'incontro in provincia a Milazzo e Capo D'Orlando. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso a Messina ma non è il ceppo "cinese": "Nessun allarme"

  • Da alcuni giorni non si avevano più sue notizie, anziana trovata cadavere in via del Carmine

  • Coronavirus, due cittadini di Lodi in tribunale: intervengono infermieri in tuta e mascherine

  • L’appello di una donna catanese: “Cerco una bimba ricoverata al Piemonte più di 50 anni fa, fu il mio angelo"

  • Coronavirus, risoluzione anticipata del contratto per l'infermiere del video al Policlinico

  • Addio a Eliana Giorli, la staffetta partigiana che a Milazzo guidò le lotte comuniste accanto al marito

Torna su
MessinaToday è in caricamento