Mediterraneo da remare #PlasticFree fa tappa a Giardini Naxos

L'appuntamento per difendere il mare e le coste dall'inquinamento. Pecoraro Scanio: “Più canoe sulle spiagge ma è allarme plastiche. Il cambiamento parte dai gesti quotidiani”

Dopo Napoli e Amalfi, fa tappa a Giardini Naxos la campagna nazionale “Mediterraneo da remare” #PlasticFree, giunta quest'anno alla 9a edizione. Sabato 13 luglio, l'appuntamento al Lido di Naxos sul Lungomare Schisò, promosso dalla Fondazione UniVerde e dall'associazione culturale Tra-Ormina Forum.

All'evento prenderanno parte, insieme ad Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde e ideatore della campagna: il sindaco di Giardini Pancrazio Lo Turco, il sindaco di Taormina Mario Bolognari, il presidente dell'associazione Tra-Ormina Forum Stefano Sciacca, l'assessore regionale dell'energia e dei servizi di pubblica utilità Alberto Pierobon e il contrammiraglio Gaetano Martinez, direttore Marittimo della Sicilia Occidentale.  

L'incontro sarà preceduto da una remata simbolica con i canoisti e i canottieri del Circolo Canoa Naxos e della Federazione Italiana Canoa e Kayak, per promuovere l'uso di canoe e barche a vela e sensibilizzare al contrasto dell'inquinamento da plastica nei mari.

"ll dato positivo è che crescono le adesioni di stabilimenti balneari, strutture ricettive e villaggi turistici che mettono a disposizione dei propri clienti un servizio di noleggio canoe e imbarcazioni a remi. Tuttavia, la plastica continua ad essere il materiale più abbandonato sui litorali e le conseguenze per l'ecosistema marino sono gravissime" dichiara Alfonso Pecoraro Scanio, sottolineando: "Un passo alla volta dobbiamo superare le plastiche monouso, a partire dai piccoli gesti quotidiani. Ad esempio, l'impiego della borraccia in alluminio, pensata appositamente per l'utilizzo ripetuto, in luogo delle bottiglie di plastica".

“Mediterraneo da remare” è la campagna nazionale di sensibilizzazione alla tutela del Mare Nostrum, promossa dalla Fondazione UniVerde, in collaborazione con Marevivo, con l’adesione del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, la partnership tecnica della Federazione Italiana Canoa e Kayak e con la main partnership di Castalia Consorzio Stabile S.C.p.A., la società consortile, attiva da oltre trent’anni in Italia, che raggruppa armatori e imprese che operano nel mare territoriale e offshore specializzati nelle attività marittime, nell’antinquinamento marino e nel pronto intervento. L’ambizioso obiettivo dell'iniziativa è quello di promuovere una riconversione e una rivoluzione culturale che possano guidare la collettività a ritornare in sintonia con Madre Terra, a partire dai piccoli gesti quotidiani.

Eventi itineranti lungo le coste italiane, tappe internazionali, remate simboliche in varie località balneari e in collaborazione con gli stabilimenti che segnaleranno, ai soggetti promotori, azioni concrete per la tutela degli ecosistemi marini, lacustri e fluviali. Le iniziative, che si svolgeranno nel corso dell’estate 2019, saranno prevalentemente dedicate a contrastare la dispersione delle macro e micro plastiche in mare, con lo slogan #PlasticFree, ma anche a rilanciare il focus #AcquascooterFree, promuovendo la mobilità a remi in luogo del noleggio di moto d’acqua.

Dopo l'iniziativa a Giardini, sono previste altre tappe: 25 luglio ad Ostia, 27 luglio nel Cilento, 4 agosto a Ortona, 7 settembre a Ventotene.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furto tra i tavoli del McDonald's, indaga la polizia

  • Maltempo, scatta l'allerta rossa: al Comune riunione per decidere sulla chiusura delle scuole

  • E' morta Silvana Grasso, il giudice di Corsi d'Oro e Gettonopoli

  • Accusa un malore e muore sotto lo sguardo dei passanti

  • Movida, lo sfogo di una madre: "Quando mio figlio va a ballare ormai temo il peggio, chiedo aiuto alle forze dell'ordine"

  • Commerciante messinese dona 1000 euro alla famiglia Chillè, Paolo è in terapia in California

Torna su
MessinaToday è in caricamento