MioDottore Awards, il dottor Mauro Barone eletto dal “TripAdvisor” dei medici

Il chirurgo plastico ed estetico uno dei cinque dottori siciliani che insieme al messinese Antonino Arena ha vinto la terza edizione italiana del Premio: "Sono riuscito a trasmettere l’idea di una chirurgia estetica legata alla bellezza naturale"

Il chirurgo plastico ed estetico Mauro Barone

A guardarlo sembra uscito da una fiction televisiva, oltre ad essere un medico giovane e bello è soprattutto preparato, figlio di medici che hanno fatto della medicina “sociale” una missione di vita. La madre è la ginecologa Luisa Barbaro da sempre a fianco delle donne, soprattutto dove c’è davvero bisogno. In un contesto del genere non poteva che crescere un medico ma soprattutto un "uomo" da premio award della medicina. Stiamo parlando del chirurgo plastico ed estetico Mauro Barone, uno dei cinque dottori siciliani che insieme al messinese Antonino Arena (Allergologia) ha vinto la terza edizione italiana del “MioDottore Awards”.

“Non mi aspettavo di vincere questo premio-commetta il dottor Barone-soprattutto  perché in finale sono arrivati colleghi  molto più conosciuti che appaiono spesso in tv . Sicuramente ho lasciato qualcosa a chi ho incontrato,  visto che pazienti e colleghi mi hanno premiato come uno tra i medici più affidabili  d'Italia. Sono riuscito a fare una corretta comunicazione grazie ai miei canali di comunicazione e ai social e soprattutto a trasmettere l’idea di una chirurgia estetica legata alla bellezza naturale”.

Si tratta di un premio diverso questo per il giovane medico che negli anni scorsi ha collezionato premi internazionali in ambito scientifico. Solo per citarne alcuni lo  specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica, attualmente vincitore di Dottorato di Ricerca in Scienze Biomediche integrate e Bioetica presso l’università Campus BioMedico di Roma che svolge la sua attività clinica  al Dipartimento di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica del Policlinico Campus BioMedico di Roma ha ricevuto nel 2018 il Premio Ispres/Icoplast young  a Chicago e successivamente il Premio “Euraps /Aaps fellowship 2019” a Helsinki.

Ma che cosa chiedono i pazienti  al dottore eletto dal “TripAdvisor” dei medici? “Viviamo in un mondo in cui tutti vogliono essere uguali a qualcun altro. Chi viene da me spesso chiede di avere un aspetto più giovane  o di avere le labbra o il naso di qualche volto noto e il 50% dei casi riceve un no, perché per fare chirurgia estetica bisogna avere un obiettivo realistico  rispettando i canoni di un corpo armonioso”. 

Affidarsi a non specialisti per risparmiare sui costi è la prima conseguenza degli “orrori”della chirurgia plastica che si vedono in giro, ci tiene a precisare il professionista: “Tutte le brutture della chirurgia plastica sono create da chirurghi improvvisati, che cercano solo  guadagno. Solo il 4% degli interventi viene eseguito da chi ha competenze specifiche il 96% delle operazioni non viene eseguito da specialisti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Che cosa significa per un medico così giovane raggiungere questi traguardi: “Il fatto di essere giovane in alcuni casi è un problema molti mi chiedono l’età- continua Barone- in realtà più che l’età bisognerebbe  chiedere del curriculum. Io ho eseguito più di 5000 operazioni tra piccola e grande chirurgia sono contento quando le persone capiscono l’amore che esprimo attraverso la chirurgia estetica, quando decido di prendere per mano i miei pazienti consapevoli del percorso che affronteranno”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rientro in classe, la pediatra Caputo: “Con queste regole si rischia il caos”

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento