Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità Mirto

Il Comune di Mirto presente a Gubbio per commemorare la strage di 40 Martiri

Coinvolto nella strage, il vice brigadiere dei carabinieri Giovanni Zizolfi. Alla cerimonia erano presenti anche i familiari, il vice sindaco Luigi Ialuna e l'assessore Sebastiano Scarcina. Le collaborazioni con le scuole. Per non dimenticare

Il Comune di Mirto presente a Gubbio, per commemorare la strage di 40 Martiri, avvenuta il 22 giugno 1944 per mano nazista.

A guidare la delegazione il vice sindaco di Mirto, Luigi Ialuna e l'assessore Sebastiano Scarcina che hanno reso omaggio ai Martiri di Gubbio e al proprio concittadino, servitore dello Stato, coinvolto nella strage: il vice brigadiere dei carabinieri Giovanni Zizolfi. Alla cerimonia erano presenti anche i familiari del carabiniere, Alessandro e Vera ZIzolfi.

Un rapporto tra le due Comunità di Mirto e Gubbio ormai consolidato, il cui obiettivo è quello di comunicare un messaggio di Pace e di rispetto dei valori della vita, soprattutto per le giovani generazioni. Una iniziativa che non ha caso ha coinvolto gli ambienti scolastici. Tante le scuole che hanno aderito, con poesie dedicate ai Martiri, letture di libri scolastici, come il libro "Nel segno dei Padri" che racconta dei figli di due vittime Guglielmina, figlia di uno dei 40 martiri e Peter, figlio dell'ufficiale tedesco ucciso e da ultimo con la creazione di uno spazio della Memoria, realizzato all'interno della scuola di Gubbio, dove nella stanza in cui sono stati rinchiusi la notte precedente i 40 Martiri. 

Alla cerimonia oltre al sindaco di Gubbio, Filippo Stirati, anche il presidente dell'Associazione dei 40 Martiri, Laura Tomarelli, l'Assessore regionale Umbro, Fernanda Cecchini e il vice presidente del consiglio regionale, Marco Vinicio Guasticchi e diversi sindaci dei paesi limitrofi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di Mirto presente a Gubbio per commemorare la strage di 40 Martiri

MessinaToday è in caricamento