Attualità

Rilasciato il passaporto con Visto a Paolo Chillè, l'onorevole D'Uva si è fatto carico delle spese

All'ambasciata americana a Roma il ragazzo messinese affetto da sarcoma ha ottenuto i documenti necessari per raggiungere il Centro oncologico di Santa Monica dopo i problemi burocratici. Il parlamentare cinquestelle ha sostenuto economicamente la famiglia

Paolo Chillè

Paolo Chillè potrà partire per la California. Oggi all'ambasciata americana a Roma i funzionari statunitensi hanno concesso il passaporto con Visto per raggiungere il Centro oncologico di Santa Monica dove il ragazzo messinese, affetto da un sarcoma, sarà sottoposto alle cure sperimentali e avere una speranza di guarigione. Una grande mano l'ha data il deputato Cinquestelle Francesco D'Uva che si è fatto carico delle spese di trasporto perché in un primo momento il documento non era stato rilasciato e la famiglia è dovuta correre in aeroporto. L'obiettivo, raggiunto, è stato quello, il 3 ottobre, di evitare lo scalo a Roma nel viaggio verso gli Stati Uniti. Tutto questo grazie alla mediazione dell'avvocato Silvana Paratore. 

Ieri alla raccolta fondi a Villa Dante sono stati conteggiati al termine della giornata 3.200 euro. L'evento ideato e fortemente voluto dal Terzo Quartiere con la collaborazione della Paratore, coordinatore dell'iniziativa,  ha registrato la partecipazione di diverse realtà che a vario titolo hanno voluto dare un aiuto a Paolo. Tra loro la Guardia Costiera Volontaria presieduta da Giuseppe Giallombardo che ha svolto un importante servizio di accoglienza della cittadinanza accompagnandola lungo tutto il percorso in cui si è snodata l'iniziativa; l'associazione Nazionale Vigili del Fuoco sezione di Messina presieduta da Luciano Portovenero che ha, attraverso l'allestimento di un colorato iter di giochi ludico ricreativi, fatto vivere ai bambini che lo desideravano, la gioia dell'essere pompiere per un giorno. Acconciature, pettinature new stile nello spazio di D'Arrigo Parrucchieri per quanti approfittando della giornata, hanno voluto sistemarsi il look e contribuire alla raccolta fondi per il giovane messinese. Relax per il corpo e la mente nell'area dedicata al massaggio operato dal personale del Centro Tao di Messina. La tipica granita messinese offerta dal "Tedesco" ha inoltre allietato il palato di tutti coloro che erano presenti a Villa Dante. La solidarietà attraverso  momenti di benessere, divertimento e gusto. Tutti si sono messi in gioco uniti dall'"unico grande obiettivo di consentire a Paolo di sconfiggere la malattia contribuito a raccogliere fondi necessari per l'accesso alle cure costose in America. Presente a Villa Dante il padre di Paolo, Giancarlo che a stento è riuscito a trattenere la propria commozione di fronte a quanti gli chiedevano informazioni sul figlio.

Occhi lucidi e tanta fede in Dio e la speranza di poter superare un momento così terribile per la famiglia. Ringraziamenti sono stati espressi da Giancarlo Chillè a quanti si recavano agli stand per le donazioni per il proprio figliolo, ai promotori dell'evento Lino Cucè e al consiglio del Terzo Quartiere, all'avvocato Paratore per l'impegno profuso anche nel disbrigo delle lungaggini burocratiche legate al rilascio del "visto per gli States"  del figlio. L'animazione a Villa Dante  è stata svolta dai volontari della Parrocchia Santa Maria Di Gesù inferiore. Altri momenti che hanno caratterizzato la giornata i clown e lo yoga bimbi. Presenti consigliere della Terza circoscrizione Giovanni Carbone, Nunzio Signorino, Andrea Soffli, Andrea Fria, Alessandro Geraci e Mario Barresi. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rilasciato il passaporto con Visto a Paolo Chillè, l'onorevole D'Uva si è fatto carico delle spese

MessinaToday è in caricamento