Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità Camaro

Progetto "Ciclovia Magna Grecia", i 5 Stelle vogliono le biciclette

Il movimento chiede la pista ciclabile nel recupero della tratta ferroviaria dismessa. Il piano per promuovere lo sviluppo del turismo lento e sostenibile. Dalla stazione ferroviaria di Camaro al curvone Gazzi

Promuovere lo sviluppo del turismo lento e sostenibile, valorizzando al contempo la bellezza paesaggistica dello Stretto di Messina: è l’obiettivo di una mozione presentata dai consiglieri comunali del M5s, che chiedono all’amministrazione di recuperare la tratta ferroviaria dismessa che va dalla "stazione di Camaro" al "curvone Gazzi” per realizzare un percorso ciclistico da inserire nel progetto “Ciclovia Magna Grecia”, già finanziato con 40 milioni di euro annui dal 2019 al 2014. 

«Già nel 2015 - spiega Andrea Argento - è stato previsto un primo stanziamento di risorse per lo sviluppo della mobilità ciclistica, ed in particolare per la progettazione e la realizzazione di un sistema nazionale di ciclovie turistiche, con priorità per alcuni percorsi, tra cui ricade la “Ciclovia Magna Grecia”, un tratto che per circa 1000 km abbraccia i territori delle regioni Basilicata, Calabria e Sicilia, passando per tredici comuni della provincia di Messina, fra cui lo stesso capoluogo. Alla luce delle numerose “greenways” realizzate negli ultimi anni in regione, riteniamo che il tratto di ferrovia dismessa nell'area suburbana della città, nella parte iniziale della vecchia tratta Messina-Villafranca Tirrena, se adeguatamente risistemato e gestito, potrebbe esser un volano per un turismo lento e sostenibile, considerato anche il contesto di impareggiabile valenza paesaggistica, fra lo Stretto di Messina, l'Etna e le isole Eolie. Oltre agli evidenti benefici per i tanti ciclisti, bikers, cicloturisti e cicloamatori messinesi - conclude Argento - la riconversione della ferrovia potrebbe contribuire inoltre al rilancio delle aree interne suburbane della città, con la conseguente valorizzazione del patrimonio storico-artistico, agricolo, enogastronomico e delle tradizioni popolari, oltre a favorire lo sviluppo della ricettività turistica ecosostenibile».
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto "Ciclovia Magna Grecia", i 5 Stelle vogliono le biciclette

MessinaToday è in caricamento