Manifestazioni di Natale, Messinaincentro "toglie le tende" da piazza Cairoli

Al gruppo di Lino Santoro non sono andati giù i correttivi dell'amministrazione comunale sul Giardino delle Luci. Smantellati anche mercatini e pista e area nuovamente libera alla fruizione pubblica. Le precisazioni della Albalux

L'area dei giochi a pagamento di piazza Cairoli

I provvedimenti dell'amministrazione De Luca non gli sono piaciuti. L'associazione Messinaincentro "toglie le tende" da piazza Cairoli. Da stasera niente più Giardino delle Luci, travolto della polemiche social per il tendone da cantiere e il pagamento di cinque a euro a persona (bambini compresi), i mercatini e la pista di pattinaggio. Il gruppo di Lino Santoro lascia la piazza dove si sarebbero dovute tenere le manifestazioni di Natale. Tra ieri e oggi gli atti comunali  con i dovuti correttivi che a quanto pare non sono andati giù a Messinaincentro. Il sindaco con gli assessori Musolino e Scattareggia, nel pomeriggio, avevano verificato con l’Associazione Messinaincentro le circostanze relative alla realizzazione del Giardino delle Luci a Piazza Cairoli.

Il sindaco scriveva: "Il primo punto che è stato confermato, e sul quale non c’era nessun dubbio né da parte dell’amministrazione che da parte dell’associazione, è il pagamento del canone di occupazione suolo, che è stato conteggiato e trasmesso dagli uffici. L’Associazione pagherà il dovuto come era già stato previsto nella delibera del 23 novembre. L’area del Giardino delle Luci è stata già totalmente liberata da teloni e dalle chiusure e adesso è pienamente fruibile anche dall’esterno. L’Associazione ha acconsentito, senza alcuna riduzione o esenzione sulla Cosap, a ridurre ulteriormente il biglietto a 2 euro a persona con esenzione al pagamento per i bambini fino ai 10 anni di età. Abbiamo fatto presente alla Messinaincentro che molte associazioni di volontariato, i club service e anche tanti cittadini comuni, si sono resi disponibili ad acquistare dei biglietti per le famiglie più bisognose e per gli utenti che appartengono alle fasce sensibili della popolazione e la Messinaincentro, per venire incontro a tutti, si è resa disponibile alla emissione di biglietti agevolati al prezzo di 1,50 a persona, che potranno essere usufruiti dal lunedì al giovedì.

Vogliamo tranquillizzare quanti hanno temuto che la Messinaincentro si fosse allacciata abusivamente alla corrente elettrica: l’Associazione ha esibito, come richiesto, i contratti stipulati con Enel per l’alimentazione di tutte le attività installate. Infine desidero tranquillizzare tutti: il Giardino delle Luci resterà fino al 7 gennaio". In serata Messinaincentro ha smantellato la sua presenza fatta di mercatini, pista e giochi. 

Albalux, l'azienda di Novara di Sicilia, ha precisato che il Giardino di Luci riaprirà e che stasera la chiusura è stata dettata da un cortocircuito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Misteri e magie dello Stretto, è tornata la Fata Morgana

  • Morte Provvidenza Grassi, maxi risarcimento ai familiari e condanne per tre funzionari del Cas

  • Incidente stradale vicino Villa Dante, tra i feriti un bimbo

  • Autostrade, chiuse le cabine di esazione per la presenza di topi: caos al casello di Villafranca Tirrena

  • Comune di Tortorici nella bufera dopo gli arresti per mafia, “Andiamo avanti per il bene del paese”

  • Omicidio Musarra, dopo il rischio aggressioni l'avvocato di Ioppolo chiede di spostare il processo

Torna su
MessinaToday è in caricamento