Progetto AccogliMe, attestato ai minori migranti che diventano guide per i crocieristi

Appuntamento conclusivo al Salone degli Specchi dopo l'attività formativa di tredici i ragazzi impegnati nel progetto che provengono da otto paesi africani ed asiatici

Appuntamento conclusivo del “Progetto AccogliME”. Si svolgerà il 3 dicembre alle 9.45 al Salone degli Specchi di Palazzo dei Leoni. Obiettivo del programma è stato quello di inserire i minori migranti non accompagnati, ospiti degli Sprar, nelle attività di informazione turistica ai crocieristi in arrivo al terminal porto di Messina, grazie anche alle loro conoscenze delle lingue inglese e francese. 

Tredici i ragazzi impegnati nel progetto che provengono da otto paesi africani ed asiatici: Repubblica di Guinea, Senegal, Gambia, Sierra Leone, Ghana, Mali, Nigeria e Pakistan. La loro attività formativa è stata curata da funzionari dell'Autorità Portuale di Messina, dai dipendenti dell’Infopoint della Città Metropolitana di Messina e dagli studenti di alcune classi dei corsi Turismo dell’istituto "Antonio Maria Jaci".

Nel corso delle ore di attività presso il terminal crocieristico, distribuite in 44 turni, i dipendenti dell'Infopoint, coadiuvati dal personale LSU della cooperativa "Il Quadrifoglio" e da dipendenti del Parco dei Nebrodi, hanno supportato i minori stranieri nell'attività informativa rivolta ai turisti sul patrimonio artistico, culturale e naturalistico della città di Messina.

Nel corso della mattinata verrà proiettato un breve video delle attività svolte ed ai ragazzi coinvolti nel progetto "AccogliME" sarà consegnato un attestato di partecipazione a dimostrazione dell’apprezzamento della loro attività.

All'incontro sono stati invitati gli assessori del Comune di Messina alle Politiche Sociali e Migrazioni, Alessandra Calafiore, ed al Turismo, Vincenzo Caruso.

Al progetto hanno partecipato la Città Metropolitana di Messina con l'Ufficio Infopoint del Servizio "Turismo", il Comune di Messina con l'Ufficio Turistico e gli Assessorati alle Politiche Sociali ed al Turismo, l'Autorità Portuale di Messina, l'Istituto Tecnico Economico Statale "Antonio Maria Jacie" e la Cooperativa Sociale Onlus Medihospes che gestisce gli SPRAR "Casa Tourè" e "Casa Michelle".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Progetto proseguirà con la stagione crocieristica 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rientro in classe, la pediatra Caputo: “Con queste regole si rischia il caos”

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento