Autunno, è tempo per la raccolta olive anche nell'aiuola di piazza Antonello

Fra auto strombazzanti e vocio di ragazzi nei pub, nel tardo pomeriggio di ieri un signore elegante e silenzioso ha pensato bene di approfittare dell'albero in pieno centro. Aspettando gli orti urbani

“Tu guardavi l’ulivo, l’ulivo sul viottolo che hai percorso ogni giorno per anni, e viene il giorno che il fastidio ti lascia e tu carezzi il vecchio tronco con lo sguardo, quasi fosse un amico ritrovato e ti dicesse proprio la sola parola che il tuo cuore attendeva”.

Un momento di poesia con un brano di Cesare Pavese. Un momento di poesia come quello che ha lasciato negli occhi e nel cuore quel signore elegante e silenzioso che nel tardo pomeriggio di  ieri, nel traffico di piazza Antonello, ha posizionato la sua busta di carta ai piedi dell’albero sacro alla dea Atena e ne ha raccolto i frutti.

Fra auto strombazzanti, gente distratta che viene e va e le voci allegre dei ragazzi all’ingresso dei pub, ha fatto fermare il tempo con un rito antico, quello della raccolta delle olive. Il periodo è giusto, insolito il luogo. Ne era consapevole anche lui e a chi lo ha guardato incuriosito ha allargato le braccia e il sorriso continuando il suo lavoro nella piccola aiuola in pieno centro.

Una prova tecnica di orto urbano, in attesa che passi la proposta presentata dal consigliere di LiberaMe Alessandro Russo, come primo firmatario, assieme ai consiglieri Massimo Rizzo, Nello Pergolizzi e Biagio Bonfiglio, per istituire gli orti urbani in città. Si tratta di una iniziativa finalizzata a incrementare forme di partecipazione attiva dei cittadini per recuperare attività e usi agricoli tradizionali ma anche per sperimentazione di una forma di partecipazione sociale che, utilizzando la cura del verde e della piccola agricoltura di comunità, torni a rafforzare il senso di appartenenza e rispetto per il territorio.

Video popolari

Autunno, è tempo per la raccolta olive anche nell'aiuola di piazza Antonello

MessinaToday è in caricamento