Attualità

Lavoratori Asu al centro Neurolesi, revocato il bando per l'assunzione dopo le proteste del Csa

I vertici dell'Irccs riconoscono le ragioni del sindacato e annullano la procedura. I ringraziamenti della Crocè: “Nei prossimi giorni presenteremo una proposta organica sul personale e ci aspettiamo un confronto sereno per il bene dei lavoratori”

Revocato il bando per l’assunzione di tre lavoratori Asu dopo protesta dei giorni scorsi del sindacato autonomo Csa. Lo comunica lo stesso sindacato riportando le dichiarazioni del direttore generale dell'Irccs, Vincenzo Barone. “Le doglianze appaiono fondate - scrive il direttore Barone nella delibera di annullamento - certamente per i profili relativi alla disparità che si verrebbe a determinare tra gli aventi titolo (e tali tutti i 75 soggetti in atto presenti nel bacino Asu dell’ASP di Messina e potenzialmente aventi medesimo titolo ad essere inseriti in percorsi di mobilità prospetticamente finalizzati a forme di stabilizzazione) e che la mera dichiarazione di disponibilità prodotta dagli interessati, facenti parte del bacino dell’ASP di Messina, non appare idonea a superare i rilievi mossi dal sindacato”.


La dirigente sindacale ha ringraziato “i vertici dell'Irccs (il direttore generale Vincenzo Barone, il direttore scientifico Placido Bramanti, il direttore amministrativo Maria Felicita Crupi e il direttore sanitario Giuseppe Rao) per avere tempestivamente revocato la delibera con la quale si provvedeva al transito di tre unità di lavoratori Asu dall'Asp all'Irccs - aggiunge ancora Crocè - e per aver dato atto che le doglianze del sindacato Csa sono fondate. Nei prossimi giorni presenteremo una proposta organica sul personale e ci aspettiamo un confronto sereno per il bene dei lavoratori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori Asu al centro Neurolesi, revocato il bando per l'assunzione dopo le proteste del Csa

MessinaToday è in caricamento