Neuropsichiatria infantile, un anno senza Guzzetta

Ricordata la figura e l'opera del professore su iniziativa dei suoi ex allievi accademici di Messina e Roma. Una targa ricordo consegnata alla moglie e ai figli

La mogie Lia Fava Guzzetta riceve il riconoscimento nell'aula riunione che porta il nome del marito

Il 6 luglio, a un anno dalla sua scomparsa e su iniziativa dei suoi ex-allievi accademici di Messina e di Roma, è stata ricordata la figura e l’opera di Francesco Guzzetta, già ordinario di Neuropsichiatria Infantile della nostra Università. “Francesco Guzzetta, un’idea di neuropsichiatria infantile ancora attuale?” il titolo della sessione di studi che ha visto la partecipazione dell’U.O.C. Neuropsichiatria Infantile del Policlinico Universitario di Messina in sinergia con il Policlinico “Gemelli” di Roma, i due poli della sua attività accademica. Nell’occasione della giornata, è stata consegnata una targa ricordo alla famiglia Guzzetta (presente la moglie Lia Fava e i figli) e intitolata a suo nome la sala riunioni del reparto.

Francesco Guzzetta conseguì la cattedra nel 1963, iniziando da subito ad aprire la strada a nuovi studi nel settore della neurologia neonatale, dell’epilessia e del neurovisivo. Ha poi diretto la Clinica di Neuropsichiatria Infantile dell’Università di Messina dal 1980 fino al 1996, quando si trasferì presso il Policlinico “Gemelli” di Roma. Studioso dello sviluppo cognitivo neonatale e dell’età evolutiva, fu instancabile promotore di meeting e congressi scientifici internazionali. Sotto la sua guida, il reparto si attrezzò di strutture all’avanguardia che furono inaugurate nel 1988, quando la clinica venne dotata del reparto degenze, i laboratori e le strutture del Day Hospital e dell’ambulatorio di pedopsichiatria.

L’estate del 1994 vide l’apertura del Centro di riabilitazione per bambini cerebrolesi, e nell’autunno dello stesso anno iniziò l’attività della scuola elementare, aperta anche ai bambini del quartiere di Gazzi. Guzzetta ha anche diretto la Scuola di Specializzazione in Neuropsichiatria Infantile, il corso di perfezionamento in Neurologia Pediatrica e il dottorato in Neuroscienze dello Sviluppo.

Figlio del noto grecista e docente del Liceo-ginnasio “F. Maurolico” di Messina Vito Guzzetta, Francesco Guzzetta era anche un raffinato pianista e uomo di cultura sempre attento alle vicende della sua città.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furto tra i tavoli del McDonald's, indaga la polizia

  • Maltempo, scatta l'allerta rossa: al Comune riunione per decidere sulla chiusura delle scuole

  • E' morta Silvana Grasso, il giudice di Corsi d'Oro e Gettonopoli

  • Accusa un malore e muore sotto lo sguardo dei passanti

  • Movida, lo sfogo di una madre: "Quando mio figlio va a ballare ormai temo il peggio, chiedo aiuto alle forze dell'ordine"

  • Commerciante messinese dona 1000 euro alla famiglia Chillè, Paolo è in terapia in California

Torna su
MessinaToday è in caricamento