rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Attualità

Santi Trovato chiede sinergie su Prg e Urbanistica, l’assessore Mondello risponde: “Ci sono da tempo”

Viaggia sul filo della polemica il botta e risposta tra il presidente dell’Ordine degli Ingegneri e l’architetto con delega alla Pianificazione Urbana: “Atti dibattuti, sviscerati e portati avanti, così come tanti altri ambiti propedeutici alla redazione del Prg”

Piano regolatore, Pnrr e urbanistica. A prendere posizione è l’ordine degli Ingegneri che ha sollevato alcune criticità evidenziando quelle che dovrebbero essere le linee programmatiche per superarle. Il presidente dell’ordine, Santi Trovato, ha confermato anche la disponibilità con l’Amministrazione perché i programmi citati trovino piena attuazione e ha evidenziato anche nove punti sui quali intervenire. A cominciare dal piano regolatore vigente adottato nel 1998 ed approvato dalla Regione nel 2002 e pertanto con vincoli preordinati all’esproprio decaduti quantomeno dal 2012. Il procedimento della variante generale al PRG, come ultima data, è fermo al collaudo della cartografia nel luglio 2021.

“Con in vincoli decaduti – spiega Trovato - qualsiasi cittadino, al di fuori del perimetro del centro abitato, nelle zone preordinate all’esproprio per realizzare attrezzature e standard urbanistici potrà intervenire realizzando un intervento privato, costruendosi un proprio edificio”. 

Dal parere negativo della Vas sul piano Mortelle Tono al Regolamento edilizio comunale sino ai vincoli presenti sul territorio comunale (ZPS-SIC, PAI, Piano Paesaggistico, ecc.), l’intervento di Trovato è ad ampio raggio con la richiesta di “elaborare il nuovo Piano Regolatore Generale, (oggi PUG) verificando lo schema di massima e l’attualità degli indirizzi dati dall’allora amministrazione Accorinti, indirizzi ad oggi non ancora aggiornati. Il PUG – sottolinea - sarà quindi uno strumento di indirizzo per lo sviluppo della città, occorrerà verificare ed armonizzare tutti i vincoli con lo strumento di pianificazione”.

Quindi la richiesta di ricostituire l’Ufficio Piano e potenziare gli uffici comunali con personale specializzato anche per garantire il raggiungimento degli obiettivi del PNRR. Sul quaderno delle richieste anche la problematica dei tre condoni edilizi dall’85 al 2003 che, secondo l’ordine degli Ingegneri, necessitano della convocazione di un Tavolo di lavoro permanente che veda coinvolti gli Ordini professionali per “poter assicurare celerità e condivisione sulle scelte strategiche che dovranno essere definite per concludere l’iter di invio dello Schema di Massima del PRG al Consiglio comunale e successivamente alla Regione”. 

Un assist raccolto dall’assessore alla Pianificazione Urbanistica Salvatore Mondello che ha ricordato come “da tempo, sinergie interistituzionali sono state avviate e collaudate con tutti gli Ordini Professionali Tecnici”. 

“Argomenti cardine come norme tecniche di attuazione, Invarianza Idraulica, PUMS, Studi sugli impatti Ambientali, Studi Agricoli-forestali, tutto materiale tecnico alla base del PRG (che peraltro abbiamo ereditato privo di cartografie aggiornate. Si sconosce anche questa informazione?) sono stati dibattuti, sviscerati e portati avanti, così come tanti altri ambiti propedeutici alla redazione dello strumento pianificatorio generale”.

L’esempio portato da Mondello è quello del Piano Parcheggi, con 15 progetti di interscambio approvati e finanziati, che saranno parte integrante del Piano. “E ancora – continua - il PGTU, ripreso, rivisitato, rielaborato e portato a Palermo, da dove è tornato dopo due anni per l’inerzia della Regione sulla Valutazione Ambientale e oggi pronto per l’approvazione in Consiglio Comunale. Mi chiedo se non sarebbe stato più proficuo sollevare questi problemi che bloccano a monte lo sviluppo della città, piuttosto che pescare in acque già rese limpide e trasparenti da un operato sotto gli occhi di tutti e ampiamente documentato”. Come i 150 milioni di euro per il risanamento o i 19 milioni di euro per l’Area ex macello che l’assessore ricorda a Trovato non senza una vena polemica: “Mi chiedo come si possa lavorare nel settore tecnico o addirittura avere l’ambizione di ricoprire un ruolo di Amministratore, senza conoscere questi dati fondamentali. Forse mi sfugge qualcosa sul metodo di una certa politica, ma va bene così”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santi Trovato chiede sinergie su Prg e Urbanistica, l’assessore Mondello risponde: “Ci sono da tempo”

MessinaToday è in caricamento