Giovedì, 21 Ottobre 2021

Tutti dietro a reliquie e Carro Trionfale, "Viva Sant'Antonio"

Migliaia i fedeli che hanno preso parte alla processione guidata dal vescovo Di Pietro. Al rientro fuori programma di un uomo colpito da crisi epilettica

Sant'Antonio celebrato da migliaia e migliaia di fedeli. Le celebrazioni si sono concluse con la processione del Carro Trionfale che ha richiamato dal pomeriggio a notte fonda tra la via Santa Cecilia e le strade limitrofe un numero impressionante di devoti per un edizione 2019 da grandi numeri.

Monsignor Cesare Di Pietro, vescovo ausiliario, ha accompagnato il rettore della Basilica Padre Mario Magro nella Santa Messa e nel corteo religioso anticipato dalle reliquie del Santo arrivate dalla Basilica di Padova. Durante l'intervento esterno di Padre Magro e del vescovo per la preghiera e l'inno a Sant'Antonio è stato fatto salire sul palchetto anche il sindaco Cateno De Luca che poi ha preso parte alla processione. 

Unico fuori programma, a parte la fine dello sciopero degli ambulanti, quanto accaduto al rientro del Carro al Santuario. Un uomo, infatti, colpito da crisi epilettica è dapprima caduto a terra ed è stato trasportato di forza dai volontari in ambulanza e trasferito al vicino nosocomio. La notte si è conclusa con i giochi d'artificio. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Tutti dietro a reliquie e Carro Trionfale, "Viva Sant'Antonio"

MessinaToday è in caricamento