Bimbi senza più garanzie e sicurezze, la lezione di Maria Rita Parsi all'Università

L'appuntamento con la psicoterapeuta nell’aula Pugliatti sul tema dello sviluppo psico-affettivo dei figli e la crisi del rapporto coniugale. Ecco come e perchè si sta modificando lo sviluppo dei nostra ragazzi

Maria Rita Parsi

“Lo sviluppo psico-affettivo dei figli si è trasformato nella misura in cui si è trasformata la famiglia. Nella famiglia tradizionale, i punti di riferimento erano la mamma e il papà e il tema era ‘per sempre staremo insieme’; ma oggi, queste garanzie e sicurezze sono venute meno e il tema è ‘la non continuità’, o ancora, l’instabilità”.

Questo uno dei passaggi salienti della lezione tenuta da Maria Rita Parsi, psicoterapeuta, presidente della Fondazione Fabbrica della Pace e Movimento Bambino Onlus e autrice di numerose pubblicazioni sul tema. L'appuntamento con la Parsi nell’aula Pugliatti del dipartimento di Giurisprudenza sul tema “Sviluppo psico-affettivo dei figli e crisi del rapporto coniugale”.

La lezione era inserita nell’ambito delle attività del Corso di alta formazione in “Il coordinatore genitoriale” diretto dal professore Mario Trimarchi e coordinato dalla prof Angela La Spina e del dottorato di Ricerca in Scienze giuridiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ci sono anche nuclei familiari diversi, precari e dal consumo rapido - ha detto la psicoterapeuta - Si possono spesso cambiare i riferimenti, le famiglie si rompono e ricostruiscono. Ci sono le famiglie inter-etniche, quelle monoparentali, con donne abbandonate o che non vogliono un partner, ci sono le famiglie omoparentali, o uomini che chiedono l’utero in affitto, che a mio avviso è un qualcosa di inaccettabile per i diritti dei bambini che, una volta nati, perdono il diritto agli scambi neurochimici che avevano acquisito in grembo. E’ un insieme di vicende e situazioni molto complesse, a cui se ne possono aggiungere molte altre, che hanno dato il là alla perdita di solidi punti di riferimento, modificando lo sviluppo dei figli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falcone a lutto, non ce l'ha fatta Luca Minato ferito dall'esplosione della bombola di gas

  • Onda anomala travolge barca, quattro pescatori finiscono in mare

  • Patti, bimba di nove anni cade dalla bicicletta e batte la testa: in elisoccorso al Policlinico

  • Il lieto fine di Alessandro dopo l'incidente: "Pensavo di non poter più correre, ma ce l'ho fatta"

  • Il teatro messinese piange la morte di Donatella Venuti

  • Incidente nella notte sulla Palermo-Messina, muore una 51enne: cinque i feriti

Torna su
MessinaToday è in caricamento