Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Sant'Agata Militello, giovani e social web: la polizia a scuola per insegnare a navigare sicuro

Il confronto nell'ambito del progetto Pon dell'Istituto Marconi. Ecco le regole da seguire per evitare brutte sorprese

Ragazzi costantemente connessi a Internet, cyberbullismo, dipendenza da chat... E genitori ignari dei pericoli della rete. Non confortano le indagini  sulla capacità dei giovani di gestire le nuove tecnologie.

Insomma, Internet è croce e delizia di tutti. Se da una parte infatti cercare di entrare a far parte dei meccanismi della rete può essere ricco di vantaggi, dall’altro bisogna sempre non sottovalutare i rischi a cui la rete espone.

Gli esperti provenienti da ogni parte del mondo infatti sono sempre più concordi nella necessità di istruire le persone circa quelli che possono essere i pericoli che la rete offre.

Da qui il progetto PON dal titolo “Social Web”, che ha permesso agli studenti dell’Istituto Marconi di Sant’Agata Militello, guidato dalla dirigente scolastica, Giusy De Luca, di incontrare la Polizia di Stato e confrontarsi su una serie di regole e di consigli fondamentali per navigare in piena sicurezza.

Nel corso dell’iniziativa, il vicequestore aggiunto, dirigente del commissariato santagatese Gaetano Di Mauro, il vice dirigente, commissario Cettina Pirrotti e l’ispettore Mario Crisafulli hanno parlato ai ragazzi delle potenzialità comunicative del web e delle community, con l’obiettivo d’insegnare loro a usarle senza incorrere in comportamenti scorretti e pericolosi per se e per gli altri.

Tutor del progetto la docente Giusy Sciotto, coadiuvata dal l’insegnante Silvana Ruvolo.

Tra i consigli per evitare pericoli, quello di fare attenzione ai falsi messaggi, valutando sempre le recensioni e le quotazioni di un sito, segnalare sempre contenuti illegali in modo da evitare a qualcun altro di finire nella stessa “truffa” ma anche non condividere mai informazioni prive del consenso. Occhi aperti dunque e senso di responsabilità perchè dietro un profilo o una richiesta di amicizia non ci sono sempre ragazzi della loro età ma ci possono essere adulti pericolosi. 

Queste le semplici regole della Polizia di Stato per navigare in sicurezza e sfruttare al meglio le opportunità offerte dalla Rete: proteggi il dispositivo che utilizzi per accedere ad Internet; proteggi la tua password; utilizza reti sicure; proteggi le informazioni personali; evita le truffe; previeni il furto d’identità; usa i social network con prudenza e rispetto; non rispondere alle provocazioni; segnala i contenuti illeciti o inappropriati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant'Agata Militello, giovani e social web: la polizia a scuola per insegnare a navigare sicuro

MessinaToday è in caricamento