Attualità Lipari / isola di stromboli

La scelta controcorrente di Eliana: "Ho lasciato Palermo per dirigere le poste di Stromboli"

Nel suo ufficio in stile eoliano la professionista loda la vita tranquilla ai piedi del vulcano: "Si sente lu scrusciu ru mari”. Nell'isola è arrivato il primo sportello automatico

“Si sente lu scrusciu ru mari”. Ha il volto sereno e un tono di voce pacato Eliana Bonanno, direttrice dell’ufficio postale di Stromboli, mentre racconta come la sua vita sia cambiata da quando, sei anni fa, ha deciso di lasciare Palermo e concedersi i ritmi rilassati della vita isolana. Lei che isolana, appunto, lo è sempre stata. Dal capoluogo siciliano alla più settentrionale delle sette sorelle che compongono l’arcipelago eoliano, la sua scelta è stata dettata dalla voglia di allontanarsi dai ritmi frenetici della città.

“Cercavo un posto di lavoro su una piccola isola. In azienda hanno aperto una posizione a Stromboli e poco dopo ho ottenuto il trasferimento”. Eliana è soddisfatta della sua scelta, condivisa col marito seppur coraggiosa: “Qui il tasso di natalità è in controtendenza rispetto all’andamento nazionale, merito dello stile di vita sano e del senso di unione familiare. Siamo circa 400 abitanti e ci conosciamo tutti, le porte delle case sono sempre aperte”.

Dallo scorso anno la sede di lavoro della direttrice ha cambiato indirizzo. L’ufficio postale è stato infatti trasferito nella centrale via Roma in nuovi locali prettamente in stile eoliano: una casetta bianca priva di barriere architettoniche con un atrio all’esterno, a pochi metri dal porto e dalla spiaggia di Scari. Tradizione e innovazione grazie a un nuovo layout. E da oggi è arrivato anche l’Atm Postamat per residenti e turisti – attratti da un’isola che non è solo mare ma anche vulcano, anzi il vulcano più attivo d’Europa –, un servizio in più a disposizione di tutti a Stromboli, dove la sede di Poste Italiane è l’unico istituto finanziario presente.

Lo sportello automatico di nuova generazione è un importante segnale di attenzione verso le piccole comunità e uno strumento di innovazione: dotato di monitor digitale e attivo 24 ore su 24, consente di effettuare operazioni di prelievo di denaro contante, interrogazioni su saldo e lista dei movimenti, ricariche telefoniche e di carte Postepay, oltre al pagamento delle principali utenze e dei bollettini di conto corrente postale.

L’ufficio postale è da sempre un punto di riferimento ma per gli abitanti di Stromboli è qualcosa di più, come afferma la direttrice: “Siamo aperti tutti i giorni e per gli abitanti rappresentiamo una seconda casa”. Come è un punto di riferimento il secondo ufficio postale dell’isola aperto ogni martedì a Ginostra, il piccolo villaggio a sud-ovest del vulcano popolato da trenta residenti e isolato dagli altri borghi abitati. Raggiungerlo via terra è impossibile, è accessibile solo dal mare. “Oggi più che mai, a quest’isola non manca nulla – ne è convinta Eliana Bonanno -: il vulcano, le stradine percorse soltanto da biciclette, lapini e mezzi elettrici, il faro sull’isolotto di Strombolicchio, la piccola Ginostra, la malvasia, i tramonti sulle Eolie. Stromboli è unica e non si dimentica”. Parola di strombolana di adozione e per scelta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scelta controcorrente di Eliana: "Ho lasciato Palermo per dirigere le poste di Stromboli"

MessinaToday è in caricamento