Niente più vocazioni, le Suore Figlie della Carità lasceranno Messina e il Collereale dopo 118 anni

Inutile la mediazione del personale dell'Opera Pia e dell'arcivescovo Giovanni Accolla, il prossimo mese andranno via per il numero esiguo di Sorelle disponibili all'impegno

Le suore Figlie della Carità in servizio al Collereale

Le Suore Figlie della Carità lasceranno Messina e l'Opera Pia Collereale. Prestavano servizio alla sede di via Catania dal lontano 1902. A giugno quando riapriranno i collegamenti tra le regioni per la Fase 2 dell'emergenza Covid le religiose andranno via. Alla base della scelta, già maturata nella primavera 2019 con una nota ufficiale della Visitatrice dell’ordine vincenziano, il venir meno delle vocazioni. A salutare Collereale la Superiora suor Anna Maria e le sue consorelle Caterina, Aurelia, Maria Catena e Francesca. Da quello che si è appreso è stata inutile la petizione dei lavoratori del Collereale, ben 162 firme, e il tentativo di mediazione dell'arcivescovo Giovanni Accolla. La Superiora suor Anna Maria era direttrice del servizio infermieristico. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blatte e scarafaggi tra panna e babà, chiusi una nota pasticceria e un laboratorio abusivo

  • Covid, l'ex tronista Munafò denuncia troppa superficialità a Milazzo: “Non toccate mio figlio”

  • Onda anomala travolge barca, quattro pescatori finiscono in mare

  • Coronavirus: un nuovo contagiato in Sicilia, sono 130 gli attuali positivi

  • Blocca una donna in auto e tenta di rapinarla, poi minaccia con un coltello il compagno

  • Incendio in abitazione sul Boccetta, residenti e vicini riescono a salvarsi

Torna su
MessinaToday è in caricamento