rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità Tripi

Disco verde dal referendum, da oggi c'è Tripi Abakainon

Sono stati 390 i voti favorevoli al cambio di denominazione del comune messinese. Il sindaco Lemmo: "Il Paese si riappropria della sua identità e della sua storia"

Da oggi sarà Tripi Abakainon. Il comune messinese ha infatti ufficialmente cambiato denominazione dopo il verdetto del referendum proposto dal sindaco Michele Lemmo. “Finalmente il nostro Comune - ha detto il primo cittadino -  si riappropria della sua identità e della sua storia”. Il cambio di nome si ricollega ai recenti scavi nel sito di Abakainon, che confermano l’esistenza di una monumentale e prestigiosa città di epoca greco-romana. La nuova denominazione sarà utile strumento di comunicazione nella prospettiva di crescita del turismo lento ed esperienziale, tra archeologia, cultura, storia, natura ed enogastronomia. Le campagne di scavo condotte in contrada Piano hanno portato di recente alla luce un’imponente stoà, collegabile a una grande area di edifici pubblici e a un’agorà. Interessanti anche i ritrovamenti di ceramiche e monete, che attestano l’esistenza della città anche nel periodo della dominazione spagnola.

“Il borgo – chiarisce il sindaco – sta vivendo l’irripetibile occasione di rilanciare definitivamente il tessuto socio-economico anche sotto il profilo del turismo culturale. I cittadini hanno compreso l’opportunità di un cambio di passo e li ringrazio per questo risultato che apre le porte a nuovi scenari”. I tripensi hanno potuto votare per il referendum, in occasione della tornata elettorale delle Europee il 9 giugno, dopo che il governo della Regione Siciliana aveva dato il via libera, come previsto dalle normative vigenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disco verde dal referendum, da oggi c'è Tripi Abakainon

MessinaToday è in caricamento