Attualità

Settimana di sensibilizzazione per l'allattamento materno, al Palacultura nasce il Baby Pit Stop Unicef

L’iniziativa grazie al contributo del Soroptimist International e il sostegno dell’Amministrazione comunale

Giovedì 30 settembre 2021 è stato inaugurato, nel foyer del Palazzo della Cultura “Antonello da Messina”, un Baby Pit Stop Unicef, realizzato con il contributo del Soroptimist International di Messina e il sostegno dell’Amministrazione comunale di Messina.

L’ Unicef, in linea con l’Oms, promuove, in tutto il mondo la pratica dell’allattamento materno per garantire, alle mamme e ai bambini, il diritto alla salute, sancito dall’articolo 24 della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. In Italia l’ Unicef sostiene il programma: ‘Insieme per l’Allattamento’ e si propone di valorizzare le buone pratiche per la promozione, protezione e sostegno dell’allattamento materno, tramite i progetti: ‘Ospedali e comunità Amici’ e sostenendo l’allestimento di Baby Pit Stop,  spazi adeguati, allestiti con fasciatoio e comoda poltroncina, all’interno di realtà pubbliche e private dove, la mamma, può sostare per allattare e cambiare il pannolino al proprio bambino.

Il Soroptimist International Club di Messina, nell’ottica del Protocollo d’intesa siglato fra Unicef Italia e Soroptimist Iinternational d’Italia, ha contribuito ad allestire un Baby Pit Stop al Palacultura di Messina, che l’Amministrazione Comunale ha accolto con entusiasmo. L’Unicef ha fornito materiale informativo e cartaceo con alcuni consigli per i genitori, per la promozione di una sana alimentazione e del gioco per stimolare l’interesse e la curiosità del bambino, per una cura responsabile allo sviluppo della prima infanzia. L’iniziativa ben si inserisce nelle attività previste, in tutta Italia e in alcuni paesi d’Europa, in occasione della Settimana mondiale dell’allattamento materno (Sam), promossa da Unicef e Organizzazione Mondiale della Sanità, che si festeggia dal 1 al 7 ottobre, il cui tema quest’anno è 'Proteggere l'allattamento: Una responsabilità da condividere’. 

All’inaugurazione del Baby Pit Stop, gli ospiti sono stati accolti dall’assessore alla Cultura, Vincenzo Caruso, che si è mostrato entusiasta dell’iniziativa. Alla conferenza, che ha preceduto il tradizionale taglio del nastro, l’assessore alle Politiche Sociali, Alessandra Calafiore, sensibile alle problematiche della donna e delle mamme che lavorano, ha comunicato che presto, in città saranno aperti alcuni asili nido e un micro nido a Palazzo Zanca. La presidente Girasole ha dichiarato che il progetto rientra nella mission soroptimista di operare, tramite azioni concrete, nell’ambito della promozione dei diritti umani, del potenziale delle donne e nel sostegno all’avanzamento della condizione femminile; per la creazione di opportunità volte a trasformare la vita delle donne e per ciascuna donna, è la riappropriazione del disegno di vita che desidera tracciare per sé. E’ un progetto per chi guarda le donne, perché possa capire, che la scelta di allattare, fa parte dei diritti/doveri che riguardano mamme e neonati.

Angela Rizzo Faranda,  presidente Provinciale Unicef per il Comitato di Messina, ha espresso gratitudine verso il Soroptimist e l’Amministrazione Comunale, per l’impegno profuso nella realizzazione del Baby Pit Stop. Ha ribadito quanto sia importante la pratica dell’allattamento materno per la crescita psicofisica del bambino, in quanto, offre una potente linea di difesa da tutte le forme di malnutrizione infantile, che comprende ritardi nella crescita e obesità. Il latte materno, ha continuato, è la prima e più importante misura di prevenzione della salute perché agisce anche come primo vaccino per bambini e bambine, proteggendoli da molte malattie comuni dell’infanzia. Nei paesi in via di sviluppo, L’ Unicef promuove l’allattamento materno, in quanto azione di contrasto alla fame, alla povertà e all’inquinamento, riducendo le disuguaglianze e promuovendo azioni sostenibili contribuendo al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibili. Infine ha concluso dicendo che se tutte le mamme allattassero al seno, il proprio bambino, sin dalla nascita, in modo esclusivo fino al sesto mese di vita, avremmo milioni e milioni di bambini morti in meno, in tutto il mondo.

La vice presidente Soroptimist nazionale, Rina Florulli, ha concluso l’incontro dicendo che il Soroptimist ha deciso di realizzare i Baby Pit Stop Unicef, in luoghi di cultura, come Musei, Biblioteche, Aree archeologiche, teatri, complessi monumentali, orti botanici e altre strutture espositive destinati alla pubblica fruizione, affinché la mamma che allatta non debba privarsi di partecipare ad eventi culturali. La manifestazione si è conclusa con la scopertura di una targa, sita all’esterno del PalAntonello, accanto all’ingresso principale, in modo da segnalare la presenza dell’aria attrezzata, alle mamme che allattano le quali possono fruire di questo servizio gratuito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settimana di sensibilizzazione per l'allattamento materno, al Palacultura nasce il Baby Pit Stop Unicef

MessinaToday è in caricamento