Attualità

Casa dello studente al Policlinico, via libera dall'università per la ripresa dei lavori

Il Consiglio di amministrazione “sblocca” i lavori fermati il 25 febbraio. Approvate anche le perizie, le autorizzazioni per i finanziamenti Erasmus e la proroga di un anno per l'utilizzo di fondi Ffabr

Possono ricominciare i lavori per l'immobile da adibire a casa dello studente del Policlinico.

Lo ha stabilito il Consiglio di Amministrazione dell’Università di Messina che, contestualmente alla realizzazione dell’edificio, ha valutato positivamente i contenuti della perizia di Variante e Suppletiva, che dopo la sospensione dei lavori strutturali in data 25 febbraio 2019, si è resa necessaria con l’obiettivo di superare le evidenziate criticità statiche della struttura e garantire la totale incolumità per i futuri fruitori dell’immobile. 

Le principali variazioni riguardano, in particolare dal punto di vista dimensionale, le travi ed i pilastri strutturali, comportando un adeguamento della distribuzione architettonica, funzionale ed impiantistica. L’importo complessivo progettuale è pari a €. 4.943.816,73.

L’organo collegiale ha deliberato favorevolmente anche per le autorizzazioni consequenziali al finanziamento ricevuto in relazione al programma Erasmus+ KA107 – International Credit Mobility. Tale finanziamento, per il prossimo triennio, ammonta a € 1.015.275,00 ed ha l’obiettivo di supportare la mobilità di studenti, dottorandi, personale docente e amministrativo da e verso Peasi extraeuropei.

Sono state finanziate un totale di 220 mobilità su un arco di tre anni con Università di: Albania, Argentina, Armenia, Chile, Cina, Georgia, Guatemala, Malesia, Morocco, Palestina, Vietnam. Tale risultato rappresenta un successo ottenuto grazie all’impegno costante teso a garantire nuove sfide e collaborazioni all’Ateneo peloritano. Mediante le autorizzazioni avallate dal Consiglio di Amministrazione, sarà adesso possibile sottoscrivere gli atti necessari ed i provvedimenti consequenziali utili a consentire l’avvio e l’implementazione delle attività progettuali previste.

Infine, è stato  prorogato di un anno l’utilizzo dei fondi dei finanziamenti Ffabr 2017, Ffabr Unime 2019 e Ffabr Unime PO 2019.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa dello studente al Policlinico, via libera dall'università per la ripresa dei lavori

MessinaToday è in caricamento