Lunedì, 14 Giugno 2021

Birra ai giovani che vogliono vaccinarsi, una iniziativa della m...

Fa discutere la bevanda a 50 centesimi proposta all'hub in Fiera con tanto di camper “www.birraminchia.it” presentata come una promozione per la campagna vaccinale. Una iniziativa di cui non sentivamo il bisogno

Dopo le terapie intensive occupate e l’indice rt, un nuovo parametro scientifico potrebbe associarsi a quelli che servono a stabilire le misure restrittive: il tasso alcolico. La decisione di associare alla campagna vaccinale degli over 16 alla promozione della birra artigianale non è stata accolta con molto entusiasmo. 

Una iniziativa della minchia – tanto per copiare dalle scritte sul camper utilizzato per la promozione - è il commento più soft che ha accompagnato la decisione dell’ufficio per l’emergenza covid secondo cui “uno spazio dedicato ad una birra artigianale che richiama la tradizione messinese” è “un modo per avvicinarci al mondo giovanile e creare un motivo in più per ricevere la somministrazione”.

Ma proporre la bevanda nell’hub in Fiera ad un costo simbolico di 50 centesimi con una postazione in cui la birra sarà “spillata”, è sembrato più che un incentivo alla campagna vaccinale una trovata pubblicitaria assolutamente fuori luogo da parte di una azienda sanitaria. Sia perchè il senso civico non dovrebbe avere bisogno di questi incentivi sia perchè esiste anche una emergenza sul consumo di alcol per i giovanissimi. Ora ci si interroga sul fatto che l’iniziativa possa anche non essere lecita. Il Garante per l'Infanzia Fabio Costantino ha già chiesto chiarimenti all'Ufficio commissariale. Di certo, se i vaccini non dovessero contribuire a farci riprendere presto una vita normale, almeno possiamo ubriacarci e dimenticare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Birra ai giovani che vogliono vaccinarsi, una iniziativa della m...

MessinaToday è in caricamento