Cura del Covid con anticorpi monoclonali, Messina resta cenerentola: previsto solo un centro ma ne servono tre

La città, finalmente presente in elenco dopo l’incredibile esclusione, non potrà in ogni caso non scontare le criticità correlate alla spiccata disomogeneità della sua provincia. 108 comuni distribuiti in un territorio mare-montano singolarmente frastagliato e frammentario, necessiterebbero di ulteriori punti sul versante ionico, tirrenico e nebroideo

Una soltanto, nella provincia di Messina, la struttura finora autorizzata alla somministrazione degli anticorpi monoclonali destinati ai pazienti affetti da Covid-19. Un destino da cenerentola quello toccato a una delle tre città metropolitane di Sicilia, per di più dopo che Messina non era stata nemmeno inclusa nel novero dei capoluoghi di provincia abilitati. Ed è stato solo grazie all’immediato movimento d’opinione, promosso anche dalla decisa campagna mediatica condotta da questa testata, che a questa inspiegabile omissione si è potuto porre rimedio. 

L’elenco dei centri abilitati in Sicilia alla somministrazione della terapia che potrebbe rivoluzionare l’approccio curativo con il SARS-COV2 vede la nostra città allineata a Enna, Ragusa, Siracusa e Trapani, tutte con un solo centro d’erogazione; 2 i centri individuati a Caltanissetta; 3 ad Agrigento; 4 a Palermo. La parte del leone la fa ovviamente Catania, con ben sei centri autorizzati, tre dei quali nella sola Azienda Ospedaliera “Cannizzaro”. Dei centri presenti nel catanese, due sono addirittura previsti all’interno di unità operative di anestesia e rianimazione, sebbene la terapia con monoclonali si somministri nelle fasi precoci dell’infezione, e precisamente durante la fase di replicazione virale ed è pertanto impensabile che pazienti ricoverati in terapia intensiva rianimatoria, e dunque in fase più che avanzata di malattia, possano utilmente beneficiarne.

Segno inequivocabile, caso mai non si fosse capito, degli alti uffici che la città etnea vanta a Palazzo dei Normanni.

Messina, finalmente presente in elenco dopo l’incredibile esclusione, non potrà in ogni caso non scontare le criticità correlate alla spiccata disomogeneità della sua provincia. 108 comuni distribuiti in un territorio mare-montano singolarmente frastagliato e frammentario, necessiterebbero di ulteriori 3 punti sul versante ionico, tirrenico e nebroideo.  

Di seguito, l’elenco dei centri autorizzati alla somministrazione degli anticorpi monoclonali in Sicilia aggiornato al 26/03/2021.

Elenco centri monoclonali

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
MessinaToday è in caricamento