Riguardare con cura

Riguardare con cura

Massimo Costantino, Rocco Arena e il prezzo del biglietto: quando il calcio a Messina sa dare anche buoni esempi

Tanti episodi di violenza ma anche gesti che riescono a riscattare il mondo del pallone trasformando l’insuccesso in una possibilità. In fondo questo dovrebbe essere lo sport

Un quotidiano lombardo, Il Cittadino di Monza e Brianza, mi pone alcune domande, in margine a un increscioso episodio. Nel corso di una partita di mini-basket, i genitori dei piccoli atleti si erano picchiati di santa ragione sulle tribunette, mentre i loro figli, 8 anni ciascuno, godevano un sano momento di gioia. Tra le altre cose, mi ero permesso di dare un consiglio a quei genitori, ma non solo a loro. “Insegnate ai vostri figli il coraggio di tollerare l’insuccesso, perché solo questo li aiuterà a vivere in pace con se stessi e con il loro prossimo, ponendo le basi per una vita ricca di senso e povera di violenza. Siamo creature sociali obbligate a tenere insieme la propria giusta ansia di crescere con gli interessi del proprio prossimo”.

Non molto di meglio di quei genitori scellerati e violenti sembra abbiano fatto alcuni tifosi dell’ACR Messina, esponendo uno striscione di insulti contro un giornalista della Gazzetta del Sud, Marco Capuano, di cui mi sfugge la colpa.

Ma a Messina è accaduto anche dell’altro, dove c’è il veleno sembra esserci anche l’antidoto, qualcosa di minimo, una vibrazione sufficiente a catturare la mia attenzione. Arriva dal mondo dello sport, lo stesso che aveva generato la brutta pagina di cui si è detto, riscattandola.

Il presidente dell’FC Messina, Rocco Arena, è stato costretto a licenziare l’allenatore cui aveva affidato un parco giocatori notevole. Si chiama Massimo Costantino, l’allenatore, una brava persona, professionale, uno che mette l’anima nelle cose, con garbo però. Non è stato fortunato, diversi episodi fortuiti, capaci di determinare risultati davvero ingiusti.

Ciò che mi colpisce in questa separazione sono i toni educati, genuinamente affettuosi, amichevoli, alieni da quello che per molti è un universo parallelo, il calcio, dove tutto, anche le persone, si consuma in fretta e viene dimenticato con altrettanta rapidità.

Dispiacere e compostezza di due adulti, presidente e allenatore, che non volevano lasciarsi, ma che sono stati costretti dagli eventi a farlo, offrendoci però una dimostrazione di umanità quasi incredibile, per un contesto dove il senso della misura si concede con avarizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non saprei quale sarà il destino dell’uno e dell’altro, di certo questa partita l’hanno vinta entrambi, largamente, facendoci assaporare il senso stesso dello sport, la sua natura pedagogica, la certezza che si può dare significato e valore persino al niente, e giustificando, per una volta, il prezzo del biglietto. Davvero un bello spettacolo, dove l’insuccesso non si rimuove ma si trasforma in una possibilità. In fondo questo dovrebbe essere lo sport. Grazie.

Riguardare con cura

Siamo abbagliati dalle mongolfiere e ci perdiamo la meraviglia di un insetto che cerca di tirare sera, la tenacia di un filo d’erba, gli affanni e i sorrisi dei nostri simili. Guardare con maggiore attenzione è una necessità, perché solo occhi più attenti e compassionevoli possono rendere più umano il nostro tempo

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento