Martedì, 26 Ottobre 2021
#UNMINUTODILIBRI

Opinioni

#UNMINUTODILIBRI

A cura di Eliana Camaioni

"La Sicilia delle donne", un festival del genio femminile

Il progetto nasce dal ventre di NaxosLegge e vuole togliere la polvere dalla memoria dell'universo femminile


Si chiama “La Sicilia delle donne” ed è un progetto che nasce nel ventre di NaxosLegge, il Festival saldamente condotto da Fulvia Toscano e Marinella Fiume. “Si tratta di un concept nuovo, sia nei contenuti che nelle modalità di attuazione” spiega Marinella Fiume: “E’ un festival del Genio femminile in Sicilia, che intende togliere la polvere dalla memoria di tutte quelle donne il cui primato (artistico, musicale, letterario, religioso…) è stato misconosciuto o conteso o, peggio ancora, dimenticato”. Una chiamata alle armi per CustoDire la Memoria (uno dei capisaldi culturali e programmatici di NaxoxLegge), una vera e propria chiamata alle armi per cittadini e istituzioni che quella memoria vorranno preservare dall’oblio. Alla quale il fermento culturale dell’isola sembra aver risposto tempestivamente: sono oltre trecento le proposte a scena aperta arrivate durante la diretta fb di prresentazione del progetto, che ha avuto un boom di visualizzazioni.
“L’obiettivo è creare una vera e propria mappa” aggiunge Fulvia Toscano “una storia dal basso affidata a noi tutti, dai singoli cittadini alle associazioni fino alle istituzioni, che abbiamo il compito di divenire ‘cacciastorie’ di donne. Tutte le iniziative che perverranno dal territorio verranno inserite in un cronoprogramma, avranno massima autonomia ma con dei paletti, delle linee guida da rispettare. Prima fra tutte, l’immagine di locandina: questa donna su una barchetta triangolare (che rappresenta la SIcilia) che rema da sola in un mare immenso”. E’ l’immagine simbolo della condizione in cui le donne che il Festival racconterà si sono trovate a operare, l’immagine che legherà nella loro memoria tutte le iniziative e le relative locandine dei partecipanti. “La mappatura di queste personalità eccezionali” continua Marinella Fiume “e dei luoghi in cui esse hanno vissuto e operato, andrà poi a costituire un vero e proprio itinerario di viaggio, una rete di percorsi geografici per chi vuole scoprire, conn un turismo non convenzionale, la bellezza della nostra Isola”. La prima edizione del progetto avrà luogo in maniera diffusa in tutto il territorio siciliano nel mese di Marzo 2021,e avrà come concept le “Donne di scena”: scenografe, attrici, cantanti, teatranti e tutte coloro che hanno calcato la polvere del palcoscenico o i set cinematografici.

Ecco tutte le regole e i contatti per partecipare:

1) Per questa I edizione gli eventi, a partire da giorno 9 marzo saranno in streaming
2) I soggetti proponenti potranno realizzarli dalla loro pagina e/ o da quella dedicata che faremo La Sicilia delle donne
3) I soggetti, singoli o associazioni o enti, potranno partecipare con un progetto dedicato ad un personaggio femminile, afferente all’ambito indicato dalla direzione artistica
4) La tipologia di intervento è libera, sulla base delle possibilità dei proponenti, ma deve prevedere in ogni caso un ritratto del personaggio scelto, con possibili riferimenti ai luoghi ad esso connessi, nel poi aese, città o territorio (case, scuole, teatri, etc), variamente connessi alla vita e la opera ma ben identificabili. Questo allo scopo di ottimizzare la successiva mappatura e schedatura
5) I soggetti proponenti avranno cura di realizzare una locandina per il loro evento in cui sia utilizzata, come immagine comune, quella predisposta per il festival. In essa potranno essere aggiunti loghi di eventuali partner o altro utile allo scopo
6) Il progetto dovrà essere inviato, entro e non oltre il 25 febbraio. La organizzazione provvederà a stilare un calendario, a partire dal 9 marzo e fino al 31.
7) Dal mese di Aprile si provvederà a confezionare una sorta di mappa-cartina del percorso realizzato, che, ovviamente potrà essere, nel tempo, integrata
8) Sarebbe auspicabile creare, accanto alla mappa regionale, una cartina per i capoluoghi di provincia, per realizzare degli itinerari interni utili in un contesto più ampio, come la città
9) Sarebbe anche auspicabile che i singoli protagonisti dei progetti potessero, nei loro differenti contesti, iniziare a segnalare con uno strumento distintivo come una targa, i luoghi delle donne, che saranno poi messi in rete e potranno concretamente visualizzare un itinerario che potrà avere anche una valenza turistica.
10) Obiettivo finale sarà quello di tracciare negli anni una nuova mappa dell’isola che renda noto a tutti il valore del contributo del genio femminile dell'isola.
Per informazioni potete scriverci a lasiciliadelledonne@gmail.com o telefonare a +39 3289657939 (Katia) +39 3471541797 (Mariada) +39 3204355901 (Giovanna) +39 3402939860 (Sakiko)

Si parla di
Sullo stesso argomento

"La Sicilia delle donne", un festival del genio femminile

MessinaToday è in caricamento