rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
MessinaToday

Cheratosi attinica, giornata di screening gratuiti su prenotazione a Messina

Promossa dalla SIDeMaST, “Segnali sulla pelle” ha l’obiettivo di promuovere la diagnosi precoce per questa malattia pre-cancerosa. Le visite sabato 15 ottobre al Policlinico

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

La Campagna nazionale di sensibilizzazione sulla cheratosi attinica “Segnali sulla pelle” con visite dermatologiche di screening gratuite su prenotazione fa tappa a Messina. Promossa dalla SIDeMaST (Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse) “Segnali sulla pelle” ha l’obiettivo di promuovere la diagnosi precoce per questa malattia pre-cancerosa che non può essere sottovalutata.

Le visite si svolgeranno sabato 15 ottobre presso l’UOC Dermatologia dell’AOU Policlinico G. Martino di Messina, diretta dal professor Fabrizio Guarneri. Le visite sono esclusivamente su prenotazione e fino ad esaurimento dei posti disponibili. Per le prenotazioni contattare il numero 02 82900619 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 15.

“La cheratosi attinica – dichiara il Prof. Guarneri - è nota anche come cheratosi solare o cheratosi senile ed è una delle principali precancerosi facoltative in senso stretto: predilige soggetti adulti (oltre 40 anni) e soprattutto anziani esposti ai raggi UV in modo intenso e prolungato nel tempo per ragioni ricreative, lavorative o estetiche (uso di lampade abbronzanti). Si stima che in Italia circa il 30% degli over 70 anni presenti almeno una cheratosi attinica. Le sedi anatomiche più colpite sono quelle naturalmente fotoesposte (viso, orecchie, cuoio capelluto, dorso delle mani e avambracci) e più specificamente in soggetti con capelli biondi e occhi chiari. Se non trattata tempestivamente – prosegue Guarneri - la cheratosi attinica può evolvere in carcinoma squamocellulare invasivo localmente infiltrante e potenzialmente metastatizzante: ciò rappresenta circa il 25% di tutti i non-melanoma skin cancers. Prevenire vale più che curare!”.

La Campagna “Segnali sulla pelle” è promossa da SIDeMaST e realizzata grazie al contributo non condizionante di PIERRE FABRE. Per ulteriori informazioni: www.segnalisullapelle.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cheratosi attinica, giornata di screening gratuiti su prenotazione a Messina

MessinaToday è in caricamento