Coronavirus, "l’invisibile solidarietà della politica messinese"

L'intervento del Sindacato generale di base sulle iniziative solidali in città

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

"Si allunga la lista di chi offre soldi e forniture al sistema sanitario a partire da Banca d'Italia. Apple, Unipol stanzia 20 milioni, Pirelli procura ventilatori e tute dalla Cina. Da Ferrero 10 milioni, Generali crea fondo da 100 milioni. Unicredit amplia la moratoria sui prestiti. Eni, Enel, Snam, Benetton, Moncler, Agnelli, Berlusconi, Barilla, Coop, Ubi, Novartis, Amadori, Lifebrain, De Longhi e altri ancora tra i principali organizzatori della raccolta fondi nel messinese. Gli avvocati “Insieme per una giusta causa”, danno  il via alla raccolta fondi a sostegno della cittadinanza. Diamoci una “Moos” contro il Coronavirus, il gruppo WhatsApp di medici e sanitari in cui trovano spazio numerosi medici, odontoiatri e operatori sanitari che avendo ormai gli ambulatori chiusi hanno deciso di mettere a disposizione i propri dispositivi di protezione individuale di chi lavora in prima persona per contrastare il virus. L'amministrazione comunale rimodulerà i fondi destinabili ai servizi sociali", scrive  il Sindacato generale di base.

"E' previsto lo stanziamento fino a 20 milioni di euro per creare una card che i più indigenti potranno utilizzare per acquistare i beni di prima necessità.Gli Invisibili Onlus & FedelAmbiente-Sezione di Messina, insieme per un unico progetto, perché il “Covid non ferma il cuore" ,danno  il via alla staffetta solidale per la raccolta alimentare per i più bisognosi. Per contrastare il contagio del coronavirus scendono in campo l'associazione Alcara Tour e Agricol Service Menta insieme contro il coronavirus, mascherine gratuite realizzate con polimeri sintetici. Donate a chiunque avesse bisogno. Un altro gesto di solidarietà arriva anche dall’Arcidiocesi di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela che dona al Papardo un ventilatore meccanico per la respirazione artificiale destinato al nuovo reparto di malattie infettive. E tanti altri tra enti e associazioni. In questo momento drammatico ,non è mai stato più importante sostenersi gli uni con gli altri. Avremmo voluto leggere delle iniziative “politiche” locali, purtroppo nulla da parte della politica m che conta. Deputati regionali, nazionali, europei, eletti anche con i voti dei messinesi", conclude il Sindacato generale di base.

Torna su
MessinaToday è in caricamento