rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Festa della Repubblica, dalla corona d'alloro al concerto del Conservatorio Corelli

Tante le persone in Piazza Unione Europea per la cerimonia del 2 giugno. La prefetta Cosima Di Stani ha letto il messaggio del presidente Mattarella

Anche quest’anno è stata celebrata la Festa della Repubblica. La data ha un alto significato simbolico ed evocativo: il 2 giugno perché, proprio tra il 2 e il 3 giugno 1946, si tenne il referendum con cui gli italiani, dopo 85 anni di regno della dinastia dei Savoia (di cui 20 di dittatura fascista), scelsero di far diventare l'italia una Repubblica costituzionale, abolendo la monarchia. nacque così, la Repubblica, che con la costituente assunse attraverso l’approvazione avvenuta il 1 gennaio 1948 della carta costituzionale, la forma parlamentare. infatti, secondo l’attuale costituzione della Repubblica italiana è il Parlamento l’organo attraverso il quale si esprime direttamente la sovranità popolare ed è ancora il Parlamento a rappresentare l’intera comunità nazionale, e non il governo.

Tante le persone in Piazza Unione Europea per la cerimonia della festa della Repubblica. La prefetta Cosima Di Stani ha deposto una corona d'alloro ai piedi del monumento ai caduti insieme al generale di corpo d'armata Riccardo Galletta, comandante interregionale dei carabinieri.

La prefetta ha quindi letto il messaggio del presidente della Repubblica che non ha mancato di fare riferimenti anche all'attuale guerra in Ucraina. "L'aggressione all'Ucraina da parte della Russia pone in discussione i fondamenti della nostra società internazionale, a partire dalla coesistenza pacifica - è uno dei passaggi chiave del messaggio del presidente -  Con lucidità e coraggio occorre porre fine alla insensatezza della guerra e promuovere la pace. Accanto alle vittime e alle devastazioni, la rottura nelle relazioni internazionali si riverbera sulla sicurezza alimentare di molti Paesi".

Insieme alle autorità, rappresentati di forze dell'ordine e istituzion, in piazza Unione Europea anche alcuni candidati a sindaco, come Franco De Domenico con Valentina Zafarana, Maurizio Croce e Federico Basile.

Nel pomeriggio prevista la manifestazione nei giardini interni del rettorato dell'Università di Messina con appuntamento alle 19 dopo i saluti delle autorità saranno consegnate medaglie d’onore e onorificenze al Merito della Repubblica. Poi il concerto del Conservatorio Corelli, in programma alle 19.30, e infine il Brindisi alla Repubblica organizzato dall’Istituto alberghiero Antonello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Repubblica, dalla corona d'alloro al concerto del Conservatorio Corelli

MessinaToday è in caricamento