rotate-mobile
Cronaca

Caccia, la sentenza del tar fa esultare anche i cacciatori: "respinte le richieste degli ambientalisti"

Le associazioni venatorie mettono in evidenza che le loro attività non sono state sospese se non per dei punti che la Regione dovrà recepire

Esultano tutti dopo la sentenza del tar sulla caccia in Sicilia. Dopo il comunicato ambientalisti che annunciano lo stop all'attività della caccia, anche i cacciatori si dicono comunque soddisfatti perché i giudici hanno respinto la maggior parte delle richieste delle asssociazioni. I cacciatori fanno notare infatti che la caccia è regolarmente aperta come previsto dal vigente calendario venatorio. 

L'assessorato regionale dovrà provvedere nei prossimi giorni ad emanare un ulteriore provvedimento per recepire la sentenza del tar. I giudici hanno ritenuto illegittimo il vigente calendario venatorio soltanto stati per il prelievo della tortora selvatica, della beccaccia ma dall’1 al 10 gennaio 2022 e della caccia su terreni incendiari a prescindere dall' ambito di applicazione come previsto dall'art. 10 comma 1 legge 353/2000.

Le associazioni liberi cacciatori siciliani, Anca, Italcaccia e Sicilia nostra hanno dato mandato anche ad un legale per precisare che non si sentono penalizzati dalla senstenza del tar. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia, la sentenza del tar fa esultare anche i cacciatori: "respinte le richieste degli ambientalisti"

MessinaToday è in caricamento