rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022

VIDEO | Lotta alle mafie, il prefetto: “Stanno arrivando ingenti risorse economiche, occorre alzare l’attenzione”

La sua giornata è iniziata alla Battisti-Foscolo, con gli studenti: “La scuola non è solo il luogo dove si studia ma dove si fa cultura, si educano le giovani generazioni a combattere la mafia”

“In questa giornata vogliamo rinnovare il nostro impegno nel contrasto alla mafia”. A dirlo è il prefetto di Messina, Cosima Di Stani, a margine delle celebrazioni in occasione della XXVII giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. 

“Il nostro obiettivo è quello di contrastare ogni forma di illegalità. Un impegno quanto mai attuale soprattutto ai nostri giorni perché nel nostro paese l’attenzione è sempre altissima tanto più siamo impegnati in una fase di rinascita di rinascita economica. Ci sono tanti soldi che naturalmente stanno per essere erogati e quindi, come ogni volta che ci sono grandi flussi di denaro, questi costituiscono un grosso appeal per la criminalità organizzata. L'attenzione deve essere elevata”. Attenzione ma anche prevenzione, perché il prefetto non ha nascosto come l’impegno principale nel contrasto alla mentalità mafiosa deve iniziare nelle scuole. Non a caso la sua giornata è iniziata alla Battisti-Foscolo, con gli studenti. 

“C'erano tanti ragazzini ed una ragazza ha ricordato che veniva dal quartiere di Giostra. Si è commossa parlando del suo territorio, ha sottolineato come quel contesto non è soltanto problematico ma ci sono tante risorse e tanti giovani, come lei, che vogliono sottolineare i valori della legalità. Mi ha anche invitata a visitare quel quartiere. La scuola è fondamentale, non la dobbiamo intendere solo come luogo dove si studia ma dove si fa cultura, si fa formazione, si parla di questi fenomeni e si educano le giovani generazioni a comprendere cosa significa la mafia. Così da mettere in campo tutti quegli strumenti per poterla respingere. Ma non è sufficiente: il tema dei temi è il lavoro perché naturalmente il reclutamento della criminalità organizzata è facilitato dall'assenza di prospettive occupazionali e, quindi, tanto più in questo periodo in cui si sta puntando alla crescita economica del nostro territorio, è fondamentale che tutto ciò sia fatto bene per dare ai nostri giovani prospettive occupazionali”.

Video popolari

VIDEO | Lotta alle mafie, il prefetto: “Stanno arrivando ingenti risorse economiche, occorre alzare l’attenzione”

MessinaToday è in caricamento