Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

A2a di San Filippo del Mela, restano a casa i 14 licenziati

L'incontro in Sicindustria tra i sindacati e l'azienda non ha prodotto i risultati sperati, nei prossimi giorni sarà di nuovo protesta

I 14 operai licenziati non rientrano alla A2a. L'incontro alla sede di Sicindustria tra i vertici dell'azienda di San Filippo del Mela e le organizzazioni sindacalisul mancato ritorno in impianto dei dipendenti mandati a casa lo scorso anno 2019 non ha ancora prodott risultati, per loro Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil avevano organizzato una mobilitazione in prefettura.

"A distanza di mesi le imprese appaltatrici dei lavori di manutenzione dell'impianto non hanno assorbito il personale in forza alle imprese uscenti e con alle spalle diversi anni di lavoro e di esperienza - si legge nella nota dei sindacati - la riduzione degli investimenti della committente e il calo di produzione di energia elettrica non giustificano l'esclusione di lavoratori a fronte comunque dei notevoli ricavi che la centrale elettrica di San Filippo garantisce al gruppo lombardo. Fim, Fiom e Uilm, nel considerare questa fase di confronto assolutamente inadeguata alle esigenze espresse dalla condizione materiale dei lavoratori, ritengono necessario rilanciare la mobilitazione, a difesa dei lavoratori licenziati, per la responsabilità sociale dell'impresa e per lo sviluppo del territorio che non può essere privato di nessun posto di lavoro". I lavoratori dell'indotto si riuniranno in assemblea nei prossimi giorni per definire dove e come protestare. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2a di San Filippo del Mela, restano a casa i 14 licenziati

MessinaToday è in caricamento