rotate-mobile
Cronaca

Acqua, confermato il distacco per i lavori alla condotta: disagi fino a domenica

Da venerdì si procederà ai lavori dalle 7 del mattino e dureranno 24 ore. E' il terzo dei cinque interventi programmati

Terzo distacco della distribuzione idrica per i programmati lavori alla condotta idrica di Fiumefreddo che mirano alla mitigazione delle vulnerabilità dell'acquedotto. Superati i dubbi sul maltempo, arriva la conferma dunque sul terzo dei cinque interventi previsti dall'Amam.

Accanto al cronoprogramma tecnico, in conferenza stampa, sono stati illustrati le azioni e i presidi a supporto della popolazione che verranno assicurati in vista dell’interruzione idrica fissata per il prossimo venerdì 23 febbraio, necessaria all’esecuzione in sicurezza dei lavori progettuali finanziati con fondi Masterplan,

Il fermo del flusso d’acqua da Piedimonte Etneo verso Messina, avverrà nella sola giornata del 23 febbraio per lavorare simultaneamente in 3 punti lungo la condotta adduttrice principale e, particolarmente, a Roccalumera, Pezzolo e Tremestieri. Al contempo, i tecnici di AMAM approfitteranno della sospensione idrica per compiere ulteriori importanti lavorazioni in città per le quali è necessario intervenire a condotta ‘asciutta’.

Il completamento è previsto entro le 24 ore. La ripresa graduale della distribuzione idrica avverrà dalla mattinata di sabato 24 febbraio, per tornare alla normale erogazione dalla serata di domenica 25.

Ad illustrare i dettagli tecnici e il piano operativo sono stati il sindaco Federico Basile e la presidente di AMAM Loredana Bonasera con gli assessori Massimiliano Minutoli e Francesco Caminiti, i componenti il CdA Alessandra Franza e Adriano Grassi e il direttore generale della SpA Pierfrancesco Donato.

Il sindaco Basile in apertura facendo riferimento al cronoprogramma dei lavori ha evidenziato “l’iter degli interventi, giunto al terzo distacco, sta procedendo in maniera regolare e riteniamo – ha detto Basile - di mantenere questa regolarità al fine di concludere i lavori entro il 5 aprile prossimo”. Relativamente al piano operativo il sindaco ha assicurato che sarà riproposto nelle stesse modalità di quello precedente in quanto è stato efficiente a mitigare i possibili disagi che questi interventi comportano inevitabilmente alla cittadinanza per l’interruzione della distribuzione idrica. “Mi auguro – ha concluso Basile – che tutto proceda per il meglio e che anche i cittadini, come per il precedente distacco del gennaio scorso, facciano la loro parte nel comprendere la situazione di emergenza”. 

La presidente Bonasera ha proseguito con i dettagli tecnici. “Le condizioni meteo al momento dovrebbero essere ottimali, e rispetto alla fase precedente il COC sarà attivo a partire dalle ore 7 di venerdì 23 febbraio”.

L'intervento di febbraio era in programma a metà mese ma la ditta Cospin aveva richiesto una proroga che ha comportato lo slittamento a venerdì, sempre che non ci siano condizioni meteo avverse.

In vista dell’interruzione, si invita la cittadinanza a verificare la funzionalità dei propri sistemi di accumulo d’acqua (serbatoi, cisterne, autoclavi) o dei pozzi privati e, altresì ad un consumo di acqua potabile senza sprechi, poiché le proprie riserve potrebbero essere bastevoli per le ore di sospensione annunciata.

L'assessore Minutoli relativamente all’operatività del COC ha ricordato che sarà attivo nelle giornate di venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 febbraio, dalle ore 7 alle 24, per le attività di Protezione civile in Città, sino alla normalizzazione dell’erogazione idrica. Sarà possibile rivolgersi al COC per evidenziare criticità al recapito telefonico 090-22866; ed in merito alle chiamate l’Assessore consiglia di limitare le chiamate al COC, soprattutto quelle di richiesta di approvvigionamento, quando ancora si hanno riserve di acqua nei serbatoi, al fine di evitare il congestionamento degli interventi più urgenti. 

Sulla scorta dell’esperienza maturata nelle precedenti interruzioni programmate (del 17 novembre e del 19 gennaio scorsi), sono state confermate le postazioni fisse di n°3 autobotti (rotatoria Annunziata, rotatoria Granatari e Piazza Chiesa di San Michele) mentre le mobili si muoveranno in tutto il territorio in modo da poter soddisfare le istanze dei cittadini che si rivolgeranno al COC. Attivi H 24 da venerdì 23 a domenica 25 febbraio i n°4 punti di approvvigionamento idrico presso gli impianti gestiti da AMAM in:

•       SEDE AMAM, viale Giostra – Ritiro
•       VIA GIROLAMO SAVONAROLA, incrocio V. Onofrio Gabriele (pressi p.zza Castronovo)
•       VIALE EUROPA, Pressi Ospedale Piemonte
•       VIALE PRINCIPE UMBERTO, pressi Serbatoio Torre Vittoria – incrocio con la via Michele Amari

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua, confermato il distacco per i lavori alla condotta: disagi fino a domenica

MessinaToday è in caricamento