rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Cronaca

L'acqua di Messina a Taormina? Amam spiega come stanno le cose

Nessuna riduzione alla già precaria riduzione idrica della città che anzi avrà solo benefici

Amam fa chiarezza sulla paventata riduzione dell'erogazione idrica in città dopo la volontà di Taormina di allacciarsi alla condotta Fiumefreddo per affrontare al meglio l'estate. Non sarà infatti l'azienda di viale Giostra a fornire l'acqua alla Perla dello Jonio, ma è in vigore un nuovo accordo con un altro gestore che anzi, a detta della stessa Amam, porterà solo benefici ai messinesi.

"La convenzione della quale si parla - si legge nella nota - prevede che sia Siciliacque a rifornire il Comune di Taormina e
non più Amam. Infatti, dalla società Siciliacque SpA, che gestisce l'acquedotto dell'Alcantara, verranno fatturati i consumi idrici del Comune di Taormina per la stagione estiva 2024. Proprio grazie a tale convenzione, quindi, l'Azienda Meridionale Acque,  non dovrà fornire nemmeno la piccola aliquota idrica che per decenni ha fornito a Taormina (come a Giardini Naxos) liberando e recuperando ulteriore risorsa idrica in favore della città di Messina. Amam metterà a disposizione soltanto il servizio di “vettoriamento” della risorsa idrica che Siciliacque fornirà a Taormina. Per tale servizio il comune di Taormina verserà regolare corrispettivo all'azienda messinese quale vettore. Per le spese di gestione, Amam incasserà dal Comune di Taormina un'aliquota dei consumi idrici che Taormina pagherà a Siciliacque".

"In considerazione di quanto sopra, si smentisce seccamente l'interpretazione secondo la quale Taormina beneficerà di risorse idriche destinate alla città di Messina. Si ribadisce, invece, che proprio in conseguenza dell’attivazione di questa convenzione, la quantità di acqua che arriverà a Messina verrà aumentata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'acqua di Messina a Taormina? Amam spiega come stanno le cose

MessinaToday è in caricamento