Acquedolci, positive un’insegnante della scuola materna ed un’alunna della scuola media

Disposta per oggi e per domani la chiusura delle scuole ma il sindaco insieme all'Asp valuterà se prolungare ulteriormente la chiusura. Intanto in corso la ricostruzione dei contatti delle due persone

"Sono arrivati stamattina gli esiti dei tamponi che attendevamo, purtroppo sono positivi. Si tratta di un’insegnante della scuola materna ed un’alunna della scuola media. Entrambe stanno bene e sono in isolamento con i familiari da venerdì, l’Asp sta procedendo alla ricostruzione dei contatti e a predisporre i conseguenti tamponi". A dare notizia il sindaco del comune di Acquedolci Alvaro Riolo che aveva disposto già da venerdì la sanificazione di tutti i locali dell'Istituto Compensivo di Acquedolci in attesa della conferma della positività arrivato questa mattina.

"L’autorità sanitaria sta valutando la necessità di tamponi per le classi, considerando che l’insegnante mancava da scuola da martedì e la studentessa era stata in classe l’ultima volta venerdì 16 - si legge ancora - Oggi e domani le scuole sono chiuse, e congiuntamente a scuola ed asp valuteremo se disporre ulteriore chiusura. In tarda mattinata ci sarà una riunione con i funzionari per valutare l’attivazione del COC. Niente panico, massima attenzione, rispettiamo normative e protocolli di sicurezza. Seguirà un comunicato nel primo pomeriggio con tutte le informazioni necessarie. Si precisa che le due nostre cittadine si sono segnalate autonomamente e spontaneamente, mostrando correttezza e senso civico, a dimostrazione di una collettività composta ed ordinata. A loro ed alle loro famiglie la gratitudine e la solidarietà del sindaco con un augurio di pronta guarigione". 

I dati a Messina e provincia

Attualmente sono 35 i ricoverati per Covid al Policlinico di Messina (29 malattie infettive e 6 rianimazione). A fronte di contagi che effettivamente risultano in crescita, le cifre sui decessi sono confrontanti. La Sicilia è la terza regione con il minor numero di deceduti per 100 mila abitanti: 8,6 (meglio la Calabria con 5,5 e la Basilicata con 7,9). In questo caso il dato medio nazionale è pari a 62,0 deceduti ogni 100 mila abitanti, e in Lombardia, Valle d'Aosta, Liguria ed Emilia Romagna si superano i 100 deceduti ogni 100 mila abitanti. A Messina, in particolare nel mese di settembre sono morte tre persone, un abitante di Oliveri, uno di Sant'Agata Li Battiati (entrambi legati al focolaio Iomi) e uno di Calatabiano. Nel mese di ottobre sono complessivamente 5 i morti per coronavirus: uno deceduto a Capizzi, gli altri al Policlinico di Messina:  sono 2 Castel di Lucio, 1 Saponara, 1 Galati Mamertino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Stop al coprifuoco per i negozi e riapertura delle scuole, passa in consiglio la mozione contro l'ordinanza di De Luca

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento