Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Acquedolci, sarà realizzato il sottopasso ferroviario in via Castello

Riunione del sindaco metropolitano De Luca nel comune tirrenico, novità anche per Sant'Agata militello e i collegamenti con il porto

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

il Sindaco metropolitano Cateno De Luca, con decreto n. 170, ha definito la riprogrammazione dei Fondi per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020 nell'ambito del Masterplan della Città metropolitana di Messina con proiezione al Piano di Sviluppo e Coesione per la programmazione dei Fondi per lo Sviluppo e la Coesione 2021-2027.  De Luca, insieme al Capo di Gabinetto dott. Francesco Roccaforte ed al Dirigente alla Viabilità metropolitana Salvo Puccio, si è recato ad Acquedolci per incontrare il sindaco Alvaro Riolo al quale ha espresso la personale soddisfazione per il finanziamento di 1.186.418,64 euro destinato alla realizzazione di un sottopasso ferroviario, carrabile, lungo la via Castello. De Luca ha preso l’impegno con il sindaco di Sant’Agata di Militello Bruno Mancuso per il finanziamento delle indagini e degli studi propedeutici alla progettazione della strada di collegamento tra l’autostrada, la strada statale e il porto di Sant’Agata di Militello. Il percorso di rimodulazione del Masterplan si è reso necessario per scongiurare la perdita di consistenti risorse a causa dell'impossibilità di acquisire l’Obbligazione Giuridicamente Vincolante nei termini stabiliti; infatti, nella versione originaria del Patto, si erano registrate criticità per alcuni interventi all'epoca inseriti, in relazione alla concreta fattibilità di alcuni di loro.

Nel 2019 si è proceduto alla stipula di accordi di programma tra il Sindaco metropolitano e gli Enti comunali del territorio provinciale con finalità di pianificazione, programmazione ed attuazione di interventi del settore strategico - 1. “Infrastrutture”, proposti con progettazioni in corso e/o già acquisite dagli stessi enti territoriali; tali interventi dovevano avere come requisiti il miglioramento della mobilità urbana e dei collegamenti con le aree interne, la pari accessibilità alle diverse aree e la promozione dello sviluppo economico dei territori. Nell'ambito della rimodulazione del Patto per lo sviluppo, si è seguita la logica degli accordi e si è proceduto alla formalizzazione della relativa copertura finanziaria per quegli interventi che sia sul Masterplan, che sul Piano di Sviluppo e Coesione, possiedono i requisiti richiesti. Gli altri, comunque strategici per lo sviluppo del territorio messinese, saranno ugualmente inseriti in programmazione extra bilancio 2021/2027, con le economie relative allo stesso Masterplan (o Piano di Sviluppo e Coesione), secondo i dettami della Delibera CIPE 26/2018.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquedolci, sarà realizzato il sottopasso ferroviario in via Castello

MessinaToday è in caricamento