Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Tenta di adescare una bambina ma lei lo blocca e parte la denuncia, 28enne rischia il processo

I fatti risalgono a luglio. Dopo la denuncia e il sequestro del telefonino dell'uomo spuntano altre immagini pedopornografiche

Attraverso un canale social avrebbe cercato di adescare una bambina facendo leva su conversazioni dal contenuto spinto. Dagli atti risulterebbe che ha inviato alla piccola – all’epoca dei fatti undicenne – proposte esplicite e solo il buon senso e la maturità dimostrata della bambina che lo ha bloccato hanno permesso di evitare il peggio. Poi il controllo della mamma sul telefonino ha permesso anche di segnalare alle autorità giudiziarie per le opportune indagini.

Fatti per i quali l’uomo – un 28enne rumeno – è stato indagato e rischia il processo. Le accuse formulate a suo carico sono pesantissime: adescamento di minore e pedopornografia per il possesso anche di altro materiale con immagini di minori con inequivocabili riferimenti sessuali che sono stati trovati in seguito al sequestro del telefono utilizzato dall'uomo.

L’inchiesta, scattata a luglio e coordinata dal sostituto Roberto Conte, approderà il prossimo 11 marzo in Tribunale dove è stata fissata l’udienza preliminare dalla gip Simona Finocchiaro.

L'uomo è difeso dall'avvocato Daniela Chillè.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di adescare una bambina ma lei lo blocca e parte la denuncia, 28enne rischia il processo
MessinaToday è in caricamento