Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Adesione a Messinacque, respinto il ricorso di nove comuni

Lo ha deciso il Tar di Catania che entrerà nel merito il 27 febbraio

La quinta sezione del Tar di Catania presieduta da Michele Buonaruto ha rigettato l’istanza cautelare proposta da nove comuni della provincia di Messina, per la sospensione dell’efficacia delle delibere adottate dai commissari ad acta che hanno disposto l'adesione degli enti locali a “Messinacque Spa”  per la gestione del servizio idrico integrato dell’ATI Messina.

Nell’udienza del 7 novembre era stata riunita la trattazione dei rispettivi ricorsi proposti dai vari comuni, nel dettaglio Messina, San Pier Niceto, San Filippo del Mela, Letojanni, Montagnareale, Mistretta, San Piero Patti, Librizzi e Montalbano Elicona.

L’udienza di merito è stata fissata al 27 febbraio 2024.

"La riorganizzazione del servizio idrico integrato dell’ATI Messina - si legge nelle motivazioni del rigetto - costituisce obiettivo PNRR, rispetto al quale l’attivazione dei poteri sostitutivi appare, ad un primo esame, giustificato dalla inerzia serbata dagli organi dell’Assemblea rispetto ad un puntuale obbligo sancito dalla previsione normativa di settore". E ancora: "Nel bilanciamento degli opposti interessi, la complessità delle questioni e la non manifesta fondatezza delle censure attinenti la scelta del modello di gestione del servizio, tenuto anche conto che le pregresse indicazioni da parte degli enti consorziati non si sono concretizzate in una determinazione finale, inducono a fissare con sollecitudine la trattazione nella più adeguata sede di merito”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adesione a Messinacque, respinto il ricorso di nove comuni
MessinaToday è in caricamento