rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Cronaca Furnari

Entra nel minimarket e aggredisce con un coltello la zia, catturato dopo poche ore

E' accaduto a Furnari. I carabinieri dopo aver circondato le campagne lo hanno scovato. La donna è stata portata all'ospedale di Milazzo

Poche ore di fuga e alla fine il fermo nelle campagne di Furnari. E' stato bloccato dai carabinieri nel pomeriggio il 52enne Vincenzo Baglione che stamani, a Furnari, con un grosso coltello era piombato nel negozio della zia, un minimarket della famiglia Lopes in via Nuova Russo, ferendola con un'arma da taglio e dandosi poi alla fuga.

L'uomo, con problemi di natura psichica, per il quale in passato sembra in passato sia stato richiesto il Tso, era fuggito con l'auto prima di lasciarla pochi metri dopo il negozio per strada e fuggire a piedi e dileguarsi nelle campagne.

Sul posto i carabinieri che hanno circondato le campagne e hanno battuto palmo a palmo la zona. Anche un elicottero ha supportato dal cielo l'attività da terra. Sulla vicenda è in corso l'inchiesta dei militari della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto e della procura del Longano. 

La donna è stata portata all'ospedale di Milazzo, non è in pericolo di vita,  è stata medicata per lesioni da arma da taglio in più parti del corpo, con amputazione dell’ultima falange di un dito della mano destra, venendo ricoverata presso la struttura ospedaliera con una prognosi di 30 giorni.

Il 52enne, già noto alle forze dell’Ordine, è accusato di  tentato omicidio e resistenza a pubblico ufficiale. Secondo quanto ricostruito dai militari dell'Arma di Barcellona questa mattina, verso le 9 circa, i carabinieri sono intervenuti presso un negozio di Furnari dove, poco prima, una donna era stata aggredita e ferita con un coltello da caccia dal nipote 52enne.

Dopo l'aggressione l’uomo, in evidente stato confusionale, armato di un coltello della lunghezza circa 40 cm, si allontanava, per le vie del paese, facendo perdere le proprie tracce in una zona campestre in località Conturso. Sul luogo, per sostenere le ricerche del fuggitivo, oltre ai Carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, intervenivano a supporto altri militari del Comando Provinciale di Messina, tra cui personale specializzato quale negoziatore, e un contingente dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia, con il sostegno aereo del Nucleo Elicotteri Carabinieri di Catania. Alle 13.30 l’uomo veniva individuato dai militari, ancora armato di coltello, in una zona di fitta vegetazione nella stessa località. L'uomo andava in escandescenze lanciando il coltello contro i carabinieri che erano costretti a ricorrere all';uso del taser. L’uomo, che non riportava conseguenze legate all’uso del taser, veniva immobilizzato dai militari e successivamente visitato sul posto dai sanitari del 118.

Il 52enne è stato ristretto, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, presso la casa circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto.

Articolo aggiornato alle 16,25// Inserimento notizia cattura aggressore 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra nel minimarket e aggredisce con un coltello la zia, catturato dopo poche ore

MessinaToday è in caricamento