Cronaca

In caserma i due aggressori del comandante Giardina: "Siamo stati noi"

I due uomini si sono presentati spontaneamente davanti la polizia in compagnia del loro legale. Il messaggio del comandante Stefano Blasco

Si sono costituiti i due uomini accusati di aver aggredito questa mattina il comandante della polizia metropolitana. Entrambi nel tardo pomeriggio si sono presentati alla caserma Calipari in compagnia del loro legale Filippo Pagano. Al momento sono sotto interrogatorio.

L'aggressione è avvenuta intorno alle 10.30 in via La Farina. Giardina è stato picchiato durante un controllo contro l'ambulantato selvaggio. Per lui è stato necessario il trasferimento in pronto soccorso all'ospedale Piemonte dove è arrivato in codice giallo ed è attualmente ricoverato. Gli aggressori dopo la lite si sono invece dileguati. 

Il comandante Blasco: "Sdegno per l'inaudita violenza"

Sentito il messaggio di vicinanza espresso dal comandante della polizia municipale Stefano Blasco. "Dopo una giornata lunga e difficile ho appena lasciato in ospedale il collega e amico Giovanni Giardina, ferito nel corpo e nello spirito. Nella qualità di Comandante del Corpo, impegnato nella rigorosa ricostruzione dei fatti, esprimo tutto il mio sdegno per tali gesti di inaudita violenza e vigliaccheria, e fiducioso nell'opera dei Colleghi della Polizia di Stato e della Autorità Giudiziaria, auspico una pronta e severa punizione per gli aggressori.

A nome di tutto il corpo esprimo la fratellanza e l'affetto che Giovanni merita, in attesa di tornare prestissimo a trovare il sorriso insieme sul lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In caserma i due aggressori del comandante Giardina: "Siamo stati noi"
MessinaToday è in caricamento