rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

Il vigilantes accoltellato in ospedale, l'Associazione Guardie Giurate: "Si è rischiato il morto, servono tutele"

L'intervento dei rappresentanti di categoria dopo la grave aggressione avvenuta ieri mattina al "Piemonte"

C'è ancora sgomento all'ospedale Piemonte per la brutale aggressione avvenuta ieri mattina. Intorno alle 6 una guardia giurata è stata accoltellata da un uomo che pretendeva di raggiungere l'amico nel frattempo ricoverato al pronto soccorso. L'aggressore è stato poi denunciato a piede libero dai carabinieri mentre la vittima si trova in buone condizioni nonostante la ferita riportata. Intanto, sulla vicenda è intervenuto Giuseppe Alviti, presidente dell'Associazione Nazionale Guardie Particolari Giurate. Alviti, in una nota stampa, ha sottolineato quanto"sia fragile la figura della guardia giurata che necessita ad horas maggiori tutele giuridiche ma soprattutto di maggiori tutele di operatività come l' obbligo di prestare servizio almeno in coppia. Ovviamente - conclude Alviti -  speriamo che si possa subito porre rimedio prima che scappi un altro morto in servizio".

L'ospedale Piemonte ha avviato un'indagine interna per ricostruire con esattezza l'accaduto. All'interno della struttura sanitaria operano da tempo addetti alla vigilanza privata per ovviare alla mancanza di un posto fisso di polizia che, a questo punto, sarebbe necessario visto quanto accaduto ieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vigilantes accoltellato in ospedale, l'Associazione Guardie Giurate: "Si è rischiato il morto, servono tutele"

MessinaToday è in caricamento