rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca Taormina

Alberghi chiusi o aperti ma senza veglione, il covid-19 colpisce anche il capodanno 2022

Tra Taormina, Giardini Naxos e Castelmola, culla del divertimento, sarà una notte di San Silvestro all'insegna della sicurezza. Il Comune di Messina si appresta invece a ufficializzare gli eventi natalizi

Il Capodanno 2022 non sarà differente da quello visto nel 2021. Pochissimi gli hotel nel Messinese a disposizione per la notte di San Silvestro. Da quello che si è appreso addirittura tra Taormina e Giardini Naxos, culla del divertimento, le strutture alberghiere in questa stagione invernale hanno già chiuso i battenti per riaprire soltanto nei prossimi mesi. Il problema è la diffusione del coronavirus come spiega il presidente dell'associazione albergatori di Giardini Naxos Giovanni Russotti: "Posso dare la mia opinione soltanto sull'area alberghiera di Giardini e ovviamente la causa è il Covid-19 che mette ancora paura, anche quest'anno negli hotel poco o nulla sarà messo in piedi per il Capodanno ma non parliamo di green pass o supergreen pass che rendono difficoltose le organizzazioni, il punto è che con la crescita dei contagi in molti preferiscono non spostarsi". Stesso discorso a Taormina. Il sindaco del centro ionico Mario Bolognari ha addirittura chiesto per ragioni di sicurezza legate alla pandemia lo stop agli spettacoli estivi al Teatro Antico.

"Questa tolleranza - scrive Bolognari alla Regione - non può essere confermata per la stagione 2022. Infatti, i problemi
verificatisi nell’anno 2021 non possono ripetersi. Sarebbero insopportabili per la Città e metterebbero in pericolo i residenti, i residenti temporanei e i visitatori giornalieri, compresi coloro che dovranno recarsi al teatro. In particolare, facciamo presente che sono state avanzate richieste nel periodo 8 – 28 agosto, non ancora deliberate dalla Commissione Anfiteatro Sicilia, per concerti di richiamo regionale, alcune in sovrapposizione, e comunque tutte irricevibili da questa Amministrazione per le ragioni già accennate e che meglio saranno specificate successivamente:
8-9 agosto Giorgia
9 agosto Fiesta Flamenca
10 agosto Earth Wind and Fire
10 agosto Balvin
11-13 agosto Aida
12 agosto Marracash
12 agosto Enrico Brignano
13 agosto 2 Cellos
14 agosto Irama
14 agosto Tebaldi Galà
15-16 agosto Radici di un mare aperto
17 agosto Caparezza
19 agosto Il trovatore
18-19-20-21 Aida e Traviata
22-23 agosto Carl Brave
24 agosto Antonello Venditti
25 agosto Fiorella Mannoia
Sulle richieste elencate si osserva:
1) Le sovrapposizioni sono difficilmente risolvibili e palesano un interesse commerciale
comprensibile, ma che non appare facilmente compatibile con le esigenze della Città di mantenere
standard di sicurezza adeguati.
2) Alcuni spettacoli (Mannoia, Brignano, Giorgia, Venditti) non sono spettacoli nuovi per Taormina e
rappresentano una riproposizione che dal punto di vista della qualità dell’offerta artistica e culturale
non appare soddisfacente.
3) Le opere liriche e alcuni concerti, come Earth, Wind and Fire e Caparezza, non appaiono
compatibili con serate che comunque vedranno la Città già abbondantemente affollata".

Il Comune di Messina, invece, nelle prossime ore ufficializzerà gli eventi natalizi e la serata in piazza nella notte tra 31 dicembre e uno gennaio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberghi chiusi o aperti ma senza veglione, il covid-19 colpisce anche il capodanno 2022

MessinaToday è in caricamento