Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca Milazzo

"Ho registrato un pezzo di st***", indignazione social per i post su TikTok di un receptionist

Con un tweet finisce nei guai un lavoratore di un noto hotel di Milazzo che si sarebbe lasciato andare in pesanti apprezzamenti soprattutto sulle giovanissimi ospiti. Il titolare: "Vicenda sgradevole, abbiamo già preso provvedimenti. Ma no al linciaggio mediatico contro la nostra struttura"

Sui social è partita la volgarità che travolge le donne e dai social arriva la rabbia e l’indignazione. Sta montando lo sdegno, dopo un post su Twitter lanciato da Girl is a Gun - come la celebre canzone di Halsey - per una serie di messaggi e video che sarebbero stati postati su Tik Tok da un receptionist di un noto albergo di Milazzo.

Sei le immagini, tra screenshot di Tik Tok e di whatsapp, che immortalano e “inchioderebbero” quello che sembra un addetto alla reception con scritte in sovrimpressione che alludono alla giovani ospiti dell’hotel, apostrofate come fiche e pezzi di “st1cch10” (termine siciliano che identifica la vagina ndr) da abbordare.

Campeggiano frasi come: “Hai appena registrato un pezzo di st1cch10”, o “Appena vedi che del gruppo di pensionati una signora ha portato la nipote (2002)”, insieme a quella che potrebbe essere la chat di gruppo della reception da cui si evincono pesanti apprezzamenti su ragazze che a 29 e 27 anni vengono considerate “grandicelle”.

Da qui l’invito sui social a mandare email alla struttura alberghiera per “denunciare lo schifo, dal momento che il responsabile ha deciso di rendere privati tutti i video su tiktok”. Non manca chi mette in evidenza come sia pericoloso anche il fatto che si tratta di lavoratori che per il loro ruolo possono poi avere accesso anche a nomi, cognomi e contatti delle ragazze che puntano, per giunta tutte giovanissime, con grave pericolo per la privacy.

E c’è anche chi sembra conoscerlo abbastanza bene, specificando che il 45enne il questione, è sposato e ha una figlia appena maggiorenne che ci “si augura non porti mai a casa le sue amiche”. Pochi gli interventi di chi lo difende: “Scusate ma di cosa lo state accusando precisamente? - si legge tra le risposte - Sì, è un cog*** ma oltre ad esserlo quale sarebbe il reato così grave da farlo licenziare? Sarete persone più felici se sarà un disoccupato?”.

Di certo un provvedimento è già stato preso nei confronti dell'addetto alla reception. A dare conferma il titolare della struttura: “Abbiamo visionato tutto i post e approfondito la questione verificando altresì che la vicenda non lede la privacy di nessuno – spiega il titolare - abbiamo comunque preso un provvedimento nei confronti del dipendente e ci rendiamo conto che complessivamente la vicenda è sgradevole”.

Ma la struttura è passata anche al contrattacco e non ha intenzione di soccombere al linciaggio social: “Abbiamo avvisato la polizia postale – commenta - e qualora dovessimo ancora ricevere altre segnalazioni su queste cose pubblicate sui social adiremo alle vie legali”.

receptionist-2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho registrato un pezzo di st***", indignazione social per i post su TikTok di un receptionist
MessinaToday è in caricamento