Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Insulti alla Tringali, Alessandro Russo: "Mai pronunciato offese all'assessore, questa volta querelo"

Minaccia di adire le vie legali il consigliere comunale del Pd oggetto di accuse da parte della Giunta e del primo cittadino sui social dopo la reazione durante i lavori in aula per il voto di fiducia al sindaco

Di parole e parolacce, durante il consiglio comunale del 3 febbraio, ne sono volate tante. Anche perché i momenti di tensione non sono mancati, soprattutto per quanto riguarda il "caso" Laura Tringali che ha scatenato una vera e propria rissa e la conseguente espulsione dall'aula del membro della giunta. Dopo i messaggi di solidarietà espressi dalle colleghe Carlotta Previti e Dafne Musolino, che hanno preso le distanze e contrastato nettamente la decisione di Cardile di tutelare il consiglio e di far uscire Laura Tringali, i riflettori oggi sono puntati sulla reazione del consigliere Alessandro Russo. 

"Alessandro Russo lei oggi ha dimostrato di non essere all'altezza del ruolo che riveste e di appartenere ad un partito definito Democratico, ha perso ogni freno inibitorio, ha attaccato con violenza inaudita una donna senza alcun motivo, ammesso che vi sia un motivo che possa conferire legittimità ad un attacco del genere", ha scritto sul suo profilo facebook il vicesindaco Previti. "Oggi questo civico consesso ha vissuto la sua pagina più buia e se nega di aver proferito la parola "cessa" la invito a rivedere questo video. Chieda scusa a Laura Tringali e a tutte le donne che ogni giorno perdono la loro dignità perché costrette a ricevere insulti da uomini violenti". 

Anche il sindaco Cateno De Luca ha sollevato l'attenzione sul consigliere del Pd. "Sta cessa (Alessandro Russo dixit!) Come si può aggredire una assessora con l’epiteto di cessa? La mia assessora professoressa Laura Tringali oggi è stata massacrata da una parte dei consiglieri comunali con vergognose offese tra cui “sta cessa” più volte gridato dal consigliere comunale pidiota Alessando Russo. Mi viene da dire che oltre ad asini volanti sono dei palloni gonfiati perché in mia presenza non si sono mai permessi di uscire così al naturale. Deplorevole la conduzione dei lavori d’aula del presidente del consiglio comunale Claudio Cardile in aperta violazione di legge e regolamentare. Ed ancora la consigliera comunale Cristina Cannistra nelle vesti di squadrista..", ha commentato il sindaco sulla sua pagina facebbok. 

La minaccia di querela di Alessandro Russo

"Questa volta sento i miei avvocati: intendo andare fino in fondo e capire se ci sono gli estremi per una querela e giuro che lo voglio fare", risponde Alessandro Russo alle accuse ricevute sui social.

 "Ho riguardato questo video cento volte, ma non è vero che io l'ho aggredita insultandola - si difende il consigliere - Forse alla fine la parola che mi accusano di aver detto ci poteva stare, ma l'ho pronunciata nel momento in cui sono uscito dall'aula, come dimostra il frame pubblicato da Carlotta Previti, parlando fra me e me, e non rivolto di certo a lei ma frutto dell'ira e della rabbia successivi a quanto accaduto. Le parole non sono mai state pronunciate con intento aggressivo o di violenza nei confronti della Tringali". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti alla Tringali, Alessandro Russo: "Mai pronunciato offese all'assessore, questa volta querelo"

MessinaToday è in caricamento